Capo d’Orlando, 11 febbraio 2018 - Riccardo Cervi mette le fondamenta, Amedeo Della Valle il muro portante e il tetto. Il centro reggiano colpisce con continuità il canestro siculo, il talento di Alba decide la gara negli ultimi 90 secondi con tre “bombe” consecutive, una più difficile dell’altra. Porta la firma dei due sopracitati il blitz con cui la Grissin Bon espugna il parquet di Capo d’Orlando  (FOTO) e conquista due preziosissimi punti per la caccia ai playoff.

Reggio inizia bene in attacco, ma non altrettanto in difesa, così al 4’ il punteggio recita: 11-13. Capo d’Orlando è brava a rispondere colpo su colpo alle iniziative biancorosse fino all’ 8’, quando due canestri di pregevole fattura di Julian Wright propiziano il primo allungo della contesa: 17-23. I messinesi però rintuzzano prontamente e addirittura chiudono in vantaggio di 1 la frazione.

In avvio di secondo quarto due palle perse sicule consentono alla Grissin Bon di rimettere il naso avanti; ma al momento positivo non viene dato seguito efficace e la Betaland trova le giocate giuste per prodursi in un minibreak di 6-0 che la manda a condurre 34-29, e di allungare sino al +8; complice una difesa reggiana alquanto gandhiana, che spinge Max Menetti a rimproverare i suoi in proposito durante un time-out. I biancorossi riescono poi a registrare qualche meccanismo pervenendo all’intervallo lungo in ritardo di sei lunghezze.

Al ritorno sul parquet White e compagni difendono decisamente meglio e prendono ritmo in attacco, riuscendo così prima ad impattare (45-45) al 4’ e poi ad avere un breve abbrivio grazie a un grande Cervi ben imbeccato da Llompart e Nevels. Dopo alcuni minuti di basket da non mostrare ai bambini data la mole di errori che si susseguono, si arriva alla conclusione del periodo; con Capo d’Orlando a guidare 59-56 grazie a una schiacciata imperiosa del montecchiese Luca Campani. Gli ultimi 10’ sfilano via in sostanziale equilibrio sino all’ 8’, poi arriva il magic-moment di Della Valle. Il talento di Alba segna prima due “bombe” di fila che spediscono Reggio al +6 e mandano in confusione la Betaland. Infine, a 50 secondi dalla fine, realizza anche la terza che chiude a favore della squadra di Menetti la contesa.