Rimini, 15 luglio 2017 - Omicidio preterintenzionale. E’ questa l’ipotesi formulata dalla Procura della Repubblica di Rimini per la morte di un’anziana in una strattura sanitaria di Villa Verucchio.

Il sostituto procuratore Davide Ercolani, che ha aperto un fascicolo per il decesso di una donna di 95 anni, morta ieri per un ematoma alla testa. Secondo quanto ricostruito, il 26 giugno l’anziana, allettata e indifesa, sarebbe stata aggredita da un altro paziente, un uomo di 78 anni affetto da patologie mentali, ora indagato a piede libero per omicidio preterintenzionale. L’uomo prima si è scagliato contro un’altra ospite della strutta procurandole ferite pesanti al volto e poi si è avventato sulla donna.

La 95enne è stata portata al pronto soccorso e ricoverata in ospedale ma l’ematoma al cervello non le ha lasciato scampo e ieri è morta per le conseguenze dell’aggressione.