Rimini, 10 luglio 2017 - Un furgoncino che procede a zig zag lungo il centralissimo viale Vespucci a Marina Centro tra le auto in colonna. E’ bastato aa scatnare il panico ieri sera poco dopo mezzanotte.

Non si trattava di un attenato terroristico, per fortuna, ’solo’ di un conducente cha aveva bevuto un po’ troppo e non riusciva atenere il mezzo in carreggiata.

Dopo un breve inseguimento tra le vie della zona a mare di Rimini, l’uomo è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Si tratta di un 45enne italiano residente a Bellaria Igea Marina, già noto alle forze dell’ordine

L’uomo, denunciato anche per guida in stato di ebbrezza (1,21 il tasso alcolemico accertato con l’etilometro), era alla guida di un furgone Mercedes, ed è stato segnalato al 112 da diversi automobilisti: ad alta velocità procedeva a zig zag tra le auto incolonnate nel traffico, sfiorando i pedoni sugli attraversamenti.

I militari intervenuti hanno intercettato il mezzo, segnalato in piazzale Kennedy, intimandogli l’alt. Nonostante l’invito a fermarsi il 45enne ha accelerato e ha proseguito la corsa. I carabinieri, che non lo hanno mai perso d’occhio, lo hanno inseguito e bloccato, dopo che aveva commesso anche una serie di infrazioni al codice della strada.

Sceso dal furgone, l’autista ha colpito i militari con calci e pugni, per guadagnarsi la fuga a piedi, ma è stato comunque bloccato e arrestato. I due militari sono rimasti feriti e curati al pronto soccorso, ne avranno per dieci giorni.