Rimini, 7 giugno 2016 – Per la Procura di Rimini non ci sono colpevoli nell’incidente di Alessia Polita, la campionessa jesina rimasta paralizzata il 15 giugno del 2012, nel corso del Misano World Circuit. Tre gli indagati, fra i quali anche il padre di Alessia, Giancarlo, per i quali il pubblico ministero ha chiesto l’archiviazione, non ravvisando responsabilità. Gli avvocati della vittima però si sono opposti e chiedono un’altra perizia. Ora l’ultima parola spetta al giudice.