Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
21 mag 2022

Arriva il compostaggio nelle frazioni: uno smaltimento fatto in casa a basso costo

21 mag 2022
Un esempio di mini compostaggio
Un esempio di mini compostaggio
Un esempio di mini compostaggio
Un esempio di mini compostaggio
Un esempio di mini compostaggio
Un esempio di mini compostaggio

Sistemi intelligenti di raccolta di oli esausti, plastica e lattine, 50 isole ecologiche informatizzate, 16 Igenio in più, 3 isole ecologiche mobili e ben 6 compostiere d comunità a servizio delle frazioni.

Nei quasi 6 milioni di euro in progetti presentati dall’amministrazione comunale di Ancona sul fronte dei finanziamenti legati al Pnrr c’è tanta concretezza e una piccola rivoluzione sul fronte della raccolta differenziata dei rifiuti nel capoluogo.

Fondi che hanno diverse clausole, come è noto, non soltanto la tempistica, ossia i cinque anni dall’ok da parte del governo centrale. Nel caso in questione uno dei vincoli alla rendicontazione dei progetti applicati sarà quello di aver portato la percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti in città dall’attuale 63% almeno al 67,5%: "Un risultato che possiamo assolutamente portare a casa – hanno confermato Valeria Mancinelli, sindaca di Ancona, e l’assessore all’ambiente Michele Polenta –. Già siamo a un buon livello, con la messa in pratica delle sei linee di finanziamento che abbiamo presentato siamo convinti d poter raggiungere quell’obiettivo. Entro maggio, al massimo entro le prime due settimane di giugno, Roma ci dirà se le nostre proposte progettuali sono state accettate. Siamo fiduciosi perché si tratta del primo piano d’ambito approvato nelle Marche".

Le 6 compostiere dedicate alle frazioni sono una novità assoluta. Tutti i rifiuti organici, compresi i rifiuti di giardinaggio e i vegetali in genere potranno essere smaltiti ‘in casa’ e produrre compost da riutilizzare proprio in agricoltura: "Con le compostiere frazionali potremmo anche abbattere i costi di conferimento in Romagna dove ci rivolgiamo oggi – aggiunge Polenta –. Il sistema Igenio ha funzionato bene e quindi lo vorremmo potenziare: ai 20 mezzi già attivi ne aggiungeremmo altri 16. E poi le isole ecologiche informatizzate di ultima generazione per garantire igiene, regolarità e decoro, altamente smart e dotate di videocamere e mascherate per limitare l’impatto rispetto ai bidoni. Le metteremo in 50 punti della città dove l’impatto delle isole attuali è più elevato".

Tra le novità extra Pnrr il via, dal 1 luglio, all’attività degli ispettori ambientali che gireranno in lungo e in largo il territorio cittadino a caccia dei furbetti del oneri mento dei rifiuti, specie belle zone più critiche. Infine iniziative di sensibilizzazione sono state sviluppate attraverso gli eco compattatori per il recupero di bottiglie di plastica.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?