Quotidiano Nazionale logo
11 mag 2022

Il Covid fa ancora paura: focolaio nella Rsa

Sono una ventina gli anziani risultati positivi all’Opera Pia Mastai Ferretti: stanno tutti bene e in molti hanno anche la quarta dose di vaccino

Le misure di sicurezza adottate nella case di riposo
Le misure di sicurezza adottate nella case di riposo
Le misure di sicurezza adottate nella case di riposo

Il Covid non dà tregua. Anche se lo stato di emergenza è cessato e progressivamente anche quasi tutte le misure anti contagio stanno venendo meno, il virus continua a circolare e i contagi sono ancora frequenti. Grazie alla massiccia campagna di vaccinazione le forme gravi della malattia sono sempre di mano ma tra i soggetti più esposti e a rischio ci sono gli anziani. Ne sanno qualcosa gli ospiti dell’Opera Pia Mastai Ferretti dove si è registrato un focolaio Covid che ha colpito una ventina di anziani. Fortunatamente tutti, nonostante l’età, sono asintomatici o paucisintomatici e stanno bene. A proteggere gli anziani sono ancora una volta i vaccini. Per loro la campagna vaccinale non si è mai interrotta e anzi proprio in queste settimane si sta concentrando sulla somministrazione delle quarte dose per gli over 80 e per i soggetti fragili. Questa protezione rafforzata sta scongiurando il peggio. Gli anziani risultati positivi ai tamponi che periodicamente vengono eseguiti sugli ospiti e sul personale sono stati subito isolati e la loro quarantena procederebbe senza intoppi. Il protocollo interno adottato dalla struttura è molto scrupoloso e rigoroso, e questo ha consentito (e lo ha fatto anche in passato) di rilevare tempestivamente i focolai e bloccarli prima che dilaghino. Il venir meno di molte restrizioni, come stabilito dalla normativa nazionale, se da un lato consente agli anziani e agli ospiti di riprendere una socialità quanto più normale possibile, dall’altro li espone inevitabilmente al rischio di contrarre il virus. Le visite dei familiari, seppure nel rispetto delle regole, sono riprese da tempo e gli ospiti stessi che godono di buone condizioni di salute, possono uscire autonomamente dalla struttura. Alcuni di loro hanno anche trascorso alcune festività in famiglia e questo ha inevitabilmente incrementato la circolazione del virus. Quello che conta è che al momento tutti gli anziani risultati positivi stanno bene. Intanto nel territorio il Covid marcia a due velocità. A Senigallia e in alcuni comuni i contagi stanno progressivamente scendendo mentre in altri risalgono. Rispetto a una settimana fa i positivi in città sono passati da 340 a 307, scendono anche a Corinaldo (passati da 115 a 98), a Montemarciano (da 76 a 40) e a Serra de’ Conti (da 49 a 30) mentre aumentano ad Arcevia (passano da 35 a 46), a Ostra (da 44 a 48), a Ostra Vetere (da 13 a 15), a Castelleone (da 13 a 21), a Belvedere Ostrense (da 4 a 8) e a Barbara (da 6 a 7).

Giulia Mancinelli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?