Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
21 giu 2022

L’ex Ostello della Gioventù diventa dormitorio per senza fissa dimora

Attenzione per la difesa della cosa: intervenmti per 520mila euro per ripascimenti a Portonovo

21 giu 2022

La giunta presenta una variazione del Piano delle Opere Pubbliche 2022-2024, con relativa modifica di bilancio, e annuncia una serie di novità. A partire dalla trasformazione dell’ex Ostello della Gioventù in dormitorio per senza fissa dimora, prendendo di fatto il posto dell’ex ‘Tetto per tutti’ e dell’attuale sede transitoria della pensione Cantiani di via Lotto. Inoltre, riqualificazione dell’ex mercato di piazza Medaglie d’Oro, con una struttura legata al’Ostello per i senza fissa dimora con servizi importanti, dall’ambulatorio alla sede dell’Avvocato di Strada e così via; al piano superiore poi alloggi dedicati a persone disabili. Fuori dal pacchetto del piano triennale una notizia importante: tra oggi e giovedì verranno assegnate le gare d’appalto alle ditte incaricate per due dei tre stralci del grande progetto tra Sacello medievale di Palazzo degli Anziani e l’area della Casa del Capitano. Per il terzo stralcio, piazza Dante, bisognerà attendere. La giunta spera di veder partire i lavori nei due siti entro settembre. Gli assessori ai lavori pubblici, Paolo Manarini, e al bilancio, Ida Simonella, hanno illustrato il piano e poi risposto alla raffica di domande da parte dei consiglieri di opposizione; in alcuni tratti della discussione i toni si sono alzati, specie durante le diatribe che hanno coinvolto Daniele Berardinelli (Forza Italia) e Antonella Andreoli (Lega) con il presidente del consiglio, Tommaso Sanna, e il segretario comunale, Giovanna Montaccini. Alla fine la maggioranza ha blindato il piano, approvato senza problemi. I lavori per le due strutture di via Lamaticci (al civico 7, a pochi metri da piazza Rosselli e via Dalmazia) e delle Medaglie d’Oro costeranno 1,2 milioni di euro (900 l’ex ostello). Risorse che la giunta ha ottenuto attraverso finanziamenti, a partire da quelli previsti dal Pnrr. Dell’intero piano di variazione, per un totale di 5,1 milioni di euro, il grosso sarà finanziato da finanziamenti esterni e solo una parte, 1.130mila euro, saranno soldi messi dall’amministrazione: 900mila per la manutenzione dei marciapiedi e 230mila euro per ex Crass. Nelle risorse che arriveranno dai vari fondi anche altri interventi, ad esempio la rete delle ciclopedonabili che si andrà ad aggiungere a quella del Conero, da Vallemiano a Portonovo, che viaggia su altri fronti di finanziamento. Previsti investimenti sul tratto ospedale di Torrette-stazione ferroviaria (e Duomo con il sentiero pedonale lungo la Flaminia), facoltà di ingegneria di Monte Dago con Passo Varano e forse, come richiesto da Angelo Eliantonio (Fratelli d’Italia), il coinvolgimento del tratto Ponterosso-piazza Salvo d’Acquisto. Attenzione alla difesa della costa e dei ripascimenti a Portonovo con interventi per 520mila euro (200mila dalla Regione) tra 2022 e 2023, stadio Dorico e ripresa lavori all’ex birra Dreher al Borghetto.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?