La neve in via Bovio
La neve in via Bovio

Fabriano (Ancona), 24 marzo 2020 - La neve di primavera ammanta di bianco il Fabrianese e per la prima volta nel 2020 devono uscire i mezzi del Comune per ripulire le strade coperte nelle zone più colpite da una decina di centimetri in città e circa 15 in altura. Attorno alle otto del mattino, dopo l'imbiancata, due spazzaneve delle imprese esterne a cui si appoggia l'ente municipale sono entrati in azione per circa un paio d'ore, rispettivamente nell'area di Collepaganello-Montefano e in quella della frazione di Campodonico, in quanto i fiocchi bianchi si sono concentrati soprattutto nel versante al confine con l'Umbria.

Un veicolo più piccolo di proprietà del Comune, invece, ha lavorato nelle vie collinari (Serraloggia, Spina, Bovio), oltre che nei ponti, il piazzale dell'ospedale e il cimitero di Santa Maria, in cui era in programma ieri un piccolo rito funebre. "Abbiamo gettato a terra ghiaia e sale", evidenziano in Comune, dove sono pronti a bissare l'intervento già in tarda serata qualora la neve torni a fare capolino. Nel complesso, comunque, disagi piuttosto limitati (peraltro in un periodo in cui sono chiusi scuole, gran parte dei negozi e diverse aziende), anche perché la neve già dalla tarda mattinata ha deciso di fermarsi.

"La sala operativa del Coc - spiega il sindaco Gabriele Santarelli - già operativa per l'emergenza Covid, si é adoperata anche per affrontare la neve. Le previsioni dicono che non dovrebbero crearsi cumuli e che durerà fino a domani, mercoledì, per poi lasciare spazio all'innalzamento della temperatura e la pioggia. Quindi non è il caso di riversarsi nei negozi aperti, ma di continuare a rimanere a casa".