L'esperto mediano dell'Ascoli Federico Casarini
L'esperto mediano dell'Ascoli Federico Casarini

Ascoli Piceno, 13 febbraio 2019 - L'attesa è finita, l'Ascoli torna in campo dopo il rinvio della gara di Lecce e il seguente turno di risposo che ha visto restare fermi proprio i bianconeri. Contro la Salernitana così il Picchio avrà la possibilità di riprendere la marcia verso la salvezza. A parlarne è stato il centrocampista bianconero Federico Casarini

Dopo la sosta forzata si torna in campo con la Salernitana, quali saranno le insidie?
"Il problema principale è che siamo stati fermi, dovremo essere bravi ad approcciare bene una partita che è già di per sè difficilissima. Di fronte avremo una Salernitana che vuole riscattarsi dalla col Benevento e quindi cercheranno di tornare a fare punti".

Teme il fatto di essere rimasti fermi?
"Noi non abbiamo il ritmo gara e quell'adrenalina che solo le partite possono darti, ma dobbiamo essere bravi a recuperare entrambe le componenti. Io spero di rientrare prima possibile, non so ancora se sarò disponibile per sabato. Ho un problema al polpaccio, non riesco ancora a correre".

Come vede l'attuale classifica dell'Ascoli?
"Dico che la classifica rispecchia ciò che uno si merita, noi andiamo sempre in campo per vincere e ottenere il massimo, mai avere paura dell'avversario. Si scende in campo per ottenere più punti possibili e prima raggiungeremo la salvezza, prima riusciremo ad ottenere qualcosa in più".

Che valenza avrà la gara di sabato?
"Sono queste le partite più pericolose, la Salernitana deve dimostrare che la gara col Benevento è stata solo un caso e quindi troveremo avversari agguerriti e pronti a dare battaglia. Dall'altra parte ci saremo noi che abbiamo bisogno di tornare a far punti".

Lo sciopero del tifo peserà nell'evolversi della gara?
"Lo sciopero del tifo è ovvio che sarà un dispiacere grande per tutta la squadra. Per come ci hanno abituati i nostri tifosi finora questa è una grave perdita, ma comprendiamo il motivo per cui hanno preso questa decisione. Indubbiamente sarà una gara particolare, speriamo di regalare loro i tre punti".

Cosa pensa dei nuovi arrivati?
"In questo periodo di sosta mi sono allenato a parte e ancora non ho avuto modo di vederli in campo, ma i miei compagni mi hanno detto che sono tutti ragazzi seri che hanno voglia di mettersi a disposizione per consentirci di fare un ottimo girone di ritorno".

Nell'ultima sessione di mercato è stato corteggiato da altri club ma ha deciso di restare...
"C'è stato l'interessamento di qualche squadra, ma non era quello che cercavo. Sono veramente contento di essere rimasto ad Ascoli perché qui ho trovato un gruppo fantastico e una realtà bellissima. Cerco di dare il mio contributo fino a fine campionato e poi si vedrà".