Il tecnico dell'Ascoli Paolo Zanetti alla vigilia del match di coppa
Il tecnico dell'Ascoli Paolo Zanetti alla vigilia del match di coppa

Ascoli Piceno, 9 agosto 2019 - Adesso si fa sul serio. L'Ascoli di Paolo Zanetti domani pomeriggio al Del Duca aprirà ufficialmente la stagione 2019/2020. Il secondo turno di coppa Italia contro la Pro Vercelli sarà un esame importante per capire il livello raggiunto dalla squadra e soprattutto per iniziare a fare sul serio in vista dell'esordio in campionato. "A volte queste partite sono partite trappola – ha dichiarato il tecnico bianconero alla vigilia del match -. Lo abbiamo visto tutti, io l'anno scorso l'ho vissuto a Bolzano dove abbiamo vinto a Venezia e Frosinone. Si pensa a volte di vincere a mani basse e invece non è così. Per me è un bel banco di prova per capire l'approccio e per vedere un atteggiamento aggressivo. E se sarà così penso che potremo vincere questa vincere. Queste partite si perdono se ci si presenta senza la giusta mentalità. Non accetterò alcun calo di tensione. Il risultato non è importante solo nelle amichevoli. Nelle gare ufficiali il risultato è tutto. Il motivo che ci spinge a lavorare tutti i giorni è vincere. Poi c'è sempre l'avversario, ma credo che solo noi possiamo perdere questa partita".

Nell'undici titolare probabilmente vedremo delle novità rispetto alla formazione scesa in campo lunedì sera contro il Frosinone. "In questo momento stiamo cercando di dare minutaggio a quei giocatori che hanno iniziato tardi la preparazione - ha proseguito -. Da Cruz e Brlek credo che siano due giocatori che partiranno dal primo minuto. Cercherò di fargli fare almeno 60'. Anche Quaranta sarà della partita, complice anche il fatto che Valentini non è al meglio. Le sensazioni alla vigilia sono ottime. Non tanto per il fatto di aver operato un gran mercato o di aver svolto un buon lavoro in campo, ma sono ottimista soprattutto per la mentalità che mi dimostrano nel quotidiano. Vedo che si sforzano di fare quello che gli chiedo. In questo momento dobbiamo diventare una squadra che a livello di mentalità vuole far male all'avversario. Vogliamo andare avanti perché è giusto che sia così. Guardiamo anche il calendario futuro dove si potrebbe andare a giocare anche con il Genoa, quindi parliamo anche di partite belle da giocare. Giochiamo per passare il turno e automaticamente queste sono tappe importanti per prepararsi al campionato. Dobbiamo fare un percorso di crescita, ma voglio vincere e alimentare l'entusiasmo per far sì che vengano fatti più abbonamenti possibili. Uno dei nostri primi obiettivi è che il nostro stadio torni ad essere un fortino inespugnabile".