Quotidiano Nazionale logo
9 apr 2022

Il capitano torna titolare, difesa a quattro

Dopo la sconfitta di Monza, Sottil vuole tornare a vincere

Andrea Sottil
Andrea Sottil
Andrea Sottil

L’Ascoli prova a rialzarsi con i gol di Dionisi e le parate di Leali. Stavolta nulla potrà rinviare il rientro di entrambi nella formazione titolare che domani (avvio alle 15,30) Sottil manderà in campo per cercare di tornare alla vittoria dopo il ko di Monza. A difendere i pali ci sarà l’estremo difensore del Picchio che fino alla gara di Vicenza (inclusa) non aveva mancato neanche un appuntamento. A difendere la porta contro il Pordenone e con i biancorossi era stato Guarna. In attacco invece l’assenza di Dionisi è pesata come un macigno sia nel confronto contro i neroverdi, sia all’U-Power Stadium. Nel primo caso ci aveva pensato Baschirotto. Nell’altro invece c’era stato spazio anche per il capitano nel finale di gara. Un momento in cui si stava andando alla disperata ricerca di un gol che riaprisse la partita. Senza il centravanti rietino è inutile nascondere quanta fatica si sia fatta nel provare a gonfiare la rete. Anche ieri la squadra ha proseguito la preparazione in vista del confronto contro la Reggina dell’ex Stellone. Quella del tecnico romano sulla panchina bianconera fu una parentesi decisamente amara. Quattro gli incontri che non lo videro mai vincere. All’iniziale pareggio interno con la Juve Stabia seguirono poi le tre sconfitte consecutive in grado di produrre l’inevitabile esonero. Nel lavoro svolto in campo il tecnico dell’Ascoli ha cercato di correggere quelle situazioni che non hanno funzionato come dovevano contro la formazione di Stroppa. A partire dal modulo. L’esperimento legato al 3-5-2, o se vogliamo 3-5-1-1, si è rivelato decisamente sballato. Un modulo tra l’altro che il Picchio non aveva mai adottato in precedenza.

In vista del match con gli amaranto è molto probabile rivedere la consueta difesa a quattro. Nella coppia di centrali formata da Botteghin e Bellusci, il brasiliano dovrà cercare di farsi perdonare dopo il clamoroso errore commesso in occasione del gol guadagnato furbescamente da Ciurria e poi trasformato da Gytkjaer. A sinistra Falasco potrà tornare ad agire come cursore laterale. Sull’altra sponda Baschirotto e Salvi sono in ballottaggio per un posto dal primo minuto. Nel terzetto mediano non dovrebbero esserci novità con la possibile riconferma di Collocolo, Buchel, Saric. In attacco infine si spera di riavere a disposizione Tsadjout dopo il problema fisico accusato. Di certo ci saranno Dionisi e Bidaoui.

Massimiliano Mariotti

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?