Bologna, 10 ottobre 2019 - E’ stata prorogata fino al 6 dicembre 'Leonardo in scena', la mostra sul genio italiano che da oggi avrà una sorpresa in più. Grazie a Genus Bononiae e Fondazione Carisbo, i visitatori potranno ammirare il leone meccanico vinciano (video), riproduzione di un automa del 1515.

Da Vinci costruì il leone meccanico semovente come omaggio al re di Francia, Francesco I. Dell’opera esistono due ricostruzioni dell’originale, andato perduto, una delle quali è stata data in prestito, appunto da Genus Bononiae e Fondazione Carisbo, all’Istituto Ortopedico Rizzoli in occasione della mostra 'Leonardo in scena. Architetto teatrale e scienziato del corpo', allestita da maggio nella Biblioteca scientifica del Rizzoli (Via Pupilli, Bologna - Ingresso gratuito ).

L’automa è stato riprogettato da Luca Garai, curatore con Patrizia Tomba e Anna Viganò della mostra del Rizzoli, basandosi sui disegni di Leonardo del Codice di Madrid e del Codice Atlantico. Il leone ‘bolognese’ è realizzato in legno, acciaio e cartapesta e riproduce fedelmente il movimento del capolavoro tecnologico del ‘500: cammina, si siede e apre il petto da cui escono i gigli viola simbolo della casa reale.

La ‘macchina’ trova una collocazione ideale nella mostra del Rizzoli sulla poco nota attività di scenografo di Leonardo e sul raffronto inedito tra alcune immagini anatomiche leonardesche e quelle di scienziati suoi contemporanei. Il percorso espositivo si sviluppa infatti a partire dalla messa in scena alla corte degli Sforza a Milano dell’opera teatrale “Danae” con strepitosi effetti speciali grazie ad architetture e macchine progettate da Leonardo, tra cui una colonna cava che faceva da “ascensore”.

Grazie al patrimonio di testi antichi della Biblioteca del Rizzoli e all’attività di ricerca delle bibliotecarie, si procede poi attraverso un percorso inedito di confronto tra gli studi sul corpo umano realizzati da Leonardo e quelli pubblicati in alcuni testi degli scienziati coevi, tra cui Berengario da Carpi.

'Leonardo in scena', gli orari della mostra

Lunedì 10-16, dal martedì al giovedì 10-14.30, venerdì 10-13.30

Visite guidate: sabato 26 ottobre alle 10 e sabato 23 novembre alle  10 e alle 11. Prenotazione obbligatoria a mostraleonardo@ior.it