La sindaca Isabella Conti
La sindaca Isabella Conti
Il Comune di San Lazzaro investe 75mila euro per la sicurezza nelle scuole. Arrivano, infatti, i purificatori di aria per gli ambienti scolastici del territorio comunale. L’amministrazione ha deciso, dopo le mascherine trasparenti per non udenti donate ad alunni e insegnanti, di fare un ulteriore investimento per la sicurezza acquistando 270 dispositivi di purificazione dell’aria da mettere nelle scuole...

Il Comune di San Lazzaro investe 75mila euro per la sicurezza nelle scuole. Arrivano, infatti, i purificatori di aria per gli ambienti scolastici del territorio comunale. L’amministrazione ha deciso, dopo le mascherine trasparenti per non udenti donate ad alunni e insegnanti, di fare un ulteriore investimento per la sicurezza acquistando 270 dispositivi di purificazione dell’aria da mettere nelle scuole dell’infanzia, alle elementari e alle medie dei due istituti per l’utilizzo in classe. Si tratta di purificatori d’aria certificati e testati dal laboratorio di microbiologia e virologia dell’università di Modena e Reggio Emilia, che sono in grado di sanificare l’aria in spazi chiusi, anche in presenza di persone. La tecnologia dei purificatori replica l’azione germicida dell’irraggiamento solare. I dispositivi aspirano l’aria e la sanificano attraverso un sistema a raggi ultravioletti, abbattendo il 90 per cento dei microrganismi presenti (quali batteri, virus, funghi e altri) prima di reimmetterla nell’ambiente.

"A fronte dell’abbassamento delle temperature - spiega il sindaco di San Lazzaro Isabella Conti – abbiamo cercato una soluzione certificata e sicura che garantisse un ricambio continuo dell’aria nelle aule delle nostre scuole, permettendo ai nostri bambini e ragazzi di continuare a vivere la scuola in presenza. Come amministrazione dobbiamo fare tutto il possibile per evitare ulteriori interruzioni alla didattica e dare agli istituti scolastici tutti gli strumenti per garantire la sicurezza degli alunni, degli insegnanti e di tutti gli operatori scolastici". I purificatori possono essere utilizzati sia in spazi vuoti, per sanificare gli ambienti prima del loro utilizzo, ma anche in presenza di persone, garantendo un ricambio di aria continuo e un livello costante di qualità. Di questi dispositivi, cinque saranno utilizzati anche nel palazzo comunale, nello specifico in sala di consiglio e negli uffici con apertura al pubblico e nelle aree di attesa, per garantire una maggiore sicurezza per tutti i cittadini e gli stessi dipendenti comunali.

Zoe Pederzini