Bologna, 13 marzo 2018 - Il biglietto dell’autobus? Da aprile si farà con il cellulare. Sotto le Due Torri, infatti, Tper ha lanciato una fase avanzata di sperimentazione del biglietto elettronico che permetterà, dopo aver scaricato una app sul proprio smartphone, di acquistare il biglietto con il telefonino e di convalidarlo a bordo appoggiandolo alla macchinetta validatrice.

Entro la metà di aprile, al termine della fase operativa di test che è in corso e che riguarda un ristretto numero di utilizzatori, la versione definitiva dell’app sarà scaricabile gratuitamente da Play Store e attraverso il sito Tper. Inizialmente si potrà acquistare solo il biglietto urbano a tempo (quello da 1,30 euro che vale 75 minuti dalla prima convalida), ma progressivamente le opzioni si amplieranno ad altri titoli di viaggio. Tper darà massima diffusione alla novità anche mediante il video tutorial che spiega la semplicità di utilizzo dell’applicazione. Il prodotto è stato realizzato in collaborazione con la francese Spirtech, tra i leader nel settore delle smart card e dei sistemi di pagamento contactless,

Come funziona. Una volta scaricata l’app sul proprio telefonino, si scorrono le opzioni disponibili e si procede all’acquisto tramite carta di credito, anche prepagata. E’ possibile anche registrare la propria carta di credito direttamente sul telefonino una volta per tutte per velocizzare ulteriormente gli acquisti successivi. La novità più importante è che un istante dopo l’acquisto, il titolo di viaggio viene caricato direttamente sullo smartphone per essere utilizzato quando lo si desidera. Alla salita sul bus, avvicinando il telefono al validatore come se fosse una tessera a microchip, la luce verde attesterà la convalida del titolo di viaggio e da quel momento sullo smartphone partirà un contatore che scandisce la durata residua del titolo convalidato. Nell’ambito della validità del biglietto elettronico è possibile cambiare mezzo, salendo su un altro autobus e passando nuovamente lo smartphone sul validatore.

«Sin da subito, come Tper, ci siamo assunti l’impegno di favorire l’utenza con opzioni smart che fanno sempre più parte della quotidianità – ha commentato la presidente dell’azienda, Giuseppina Gualtieri –, come i pagamenti elettronici. Ora, grazie a questa innovazione, la possibilità viene estesa anche ai titoli occasionali senza aggravio di costi per l’utente».