Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
15 gen 2018

Lago Brasimone, volata per il centro di ricerca nucleare Enea

Le Regioni Emilia-Romagna e Toscana assieme ai sindaci del territorio per promuovere la candidatura bolognese. La struttura porterà 2 miliardi di indotto

15 gen 2018
(DIRE) Bologna, 15 gen. - Bellanova, che si e' impegnata perche' l'Italia vincesse a livello europeo la gara per ospitare il Dtt, sull'esito del bando non si sbilancia. "Tra le mie deleghe ho anche l'Enea- sottolinea il viceministro- quindi non mi posso esprimere. Auguro che vinca il migliore". Il centro del Brasimone, pero', "e' una delle maggiori eccellenze del nostro Paese, qui abbiamo da dare dimostrazioni per l'Europa e per il mondo. Questo centro e' meno conosciuto di quanto dovrebbe essere". Insieme a Bellanova, alla visita hanno partecipato anche i sindaci dell'Appennino bolognese e i deputati Andrea De Maria e Marilena Fabbri, oltre a Benamati e Merola, guidati dal direttore tecnico del centro, Mariano Tarantini. "Siamo coinvolti in tutti i principali progetti europei sulla fusione nucleare- sottolinea il responsabile del Brasimone- qui c'e' terreno fertile per parlarne, siamo il centro piu' completo dal punto di vista tecnologico e siamo il luogo piu' adatto per ospitate il Dtt", anche perche' il centro del Brasimone e' leader in Europa nella tecnologia sia per i metalli liquidi sia per la gestione dell'elio. Il Divertor tokamak test (questo il significato dell'acronimo) e' in sostanza un super-laboratorio di ricerca sulla fusione nucleare. Servira' per mettere a punto le future tecnologie con cui creare energia appunto dalla fusione dei nuclei, come avviene sulle stelle, e non piu' dalla fissione, come negli impianti attuali. Un metodo che garantirebbe prima di tutto maggiore sostenibilita' ambientale, azzerando la produzione di scorie radioattive. "Come impatto- sottolinea Tarantini- il Dtt non e' dissimile dalle macchine per la diagnostica nucleare in ospedale: non produce scorie, non ha nessun impatto sull'ambiente esterno e non c'e' il rischio che scappi di mano. E' assolutamente gestibile da questo centro". (SEGUE) (San/ Dire) 17:30 15-01-18
Il centro Enea del Brasimone candidato per il nuovo super-laboratorio
(DIRE) Bologna, 15 gen. - Bellanova, che si e' impegnata perche' l'Italia vincesse a livello europeo la gara per ospitare il Dtt, sull'esito del bando non si sbilancia. "Tra le mie deleghe ho anche l'Enea- sottolinea il viceministro- quindi non mi posso esprimere. Auguro che vinca il migliore". Il centro del Brasimone, pero', "e' una delle maggiori eccellenze del nostro Paese, qui abbiamo da dare dimostrazioni per l'Europa e per il mondo. Questo centro e' meno conosciuto di quanto dovrebbe essere". Insieme a Bellanova, alla visita hanno partecipato anche i sindaci dell'Appennino bolognese e i deputati Andrea De Maria e Marilena Fabbri, oltre a Benamati e Merola, guidati dal direttore tecnico del centro, Mariano Tarantini. "Siamo coinvolti in tutti i principali progetti europei sulla fusione nucleare- sottolinea il responsabile del Brasimone- qui c'e' terreno fertile per parlarne, siamo il centro piu' completo dal punto di vista tecnologico e siamo il luogo piu' adatto per ospitate il Dtt", anche perche' il centro del Brasimone e' leader in Europa nella tecnologia sia per i metalli liquidi sia per la gestione dell'elio. Il Divertor tokamak test (questo il significato dell'acronimo) e' in sostanza un super-laboratorio di ricerca sulla fusione nucleare. Servira' per mettere a punto le future tecnologie con cui creare energia appunto dalla fusione dei nuclei, come avviene sulle stelle, e non piu' dalla fissione, come negli impianti attuali. Un metodo che garantirebbe prima di tutto maggiore sostenibilita' ambientale, azzerando la produzione di scorie radioattive. "Come impatto- sottolinea Tarantini- il Dtt non e' dissimile dalle macchine per la diagnostica nucleare in ospedale: non produce scorie, non ha nessun impatto sull'ambiente esterno e non c'e' il rischio che scappi di mano. E' assolutamente gestibile da questo centro". (SEGUE) (San/ Dire) 17:30 15-01-18
Il centro Enea del Brasimone candidato per il nuovo super-laboratorio

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?