Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
27 set 2017

Bologna, bus della libertà, guerra di cori in piazza VIII Agosto

Da una parte l'organizzazione cattolica in tour per l'Italia, dall'altra collettivi e sindacati

27 set 2017
(DIRE) Bologna, 27 set. - Il Bus della liberta', in tour nelle citta' italiane per opporsi all'insegnamento del gender nelle scuole, sbarca a Bologna e fa sosta in piazza VIII Agosto affiancato da un paio di mezzi di Polizia e Carabinieri. Poco distante, sotto la scalinata della Montagnola, si stanno radunando i manifestanti (sindacati, associazioni e collettivi) che avevano preannunciato l'intenzione di contestare l'evento: "Stop agli integralisti cattolici e ai fascisti" e "Fuori l'omofobia dalla scuola pubblica" sono alcuni degli striscioni esposti. "Ringraziamo le forze di sicurezza per il servizio che ci stanno rendendo", dichiara il direttore della campagna, Filippo Savarese, circondato da una ventina di sostenitori. Durante il volantinaggio "ci sono persone che sono d'accordo e persone in disaccordo. Specialmente con queste ci fermiamo a spiegare nel dettaglio le nostre teorie e mi pare conoscere che nella stragrande maggioranza dei casi capiscono, magari restando in disaccordo- afferma Savarese- che noi non siamo contro i diritti o la personalita' di nessuno ma siamo per la liberta' educativa delle famiglie". Per quanto riguarda il botta e risposta di ieri con il Comune, "non abbiamo mai parlato di autorizzazione ma di consenso", ribadisce Savarese, affermando che l'ufficio del Cerimoniale "ci ha segnalato la disponibilita' di piazza VIII Agosto, che abbiamo comunicato alla Questura". Su questo "ci sono scambi di e-mail", aggiunge Savarese, che pero' al momento non intende divulgarli: "Perche' dovremmo? Qualora il Comune dovesse protestare formalmente, lo faremo". Intanto, "siamo qui legittimamente", sottolinea il portavoce del Bus della liberta'. (Pam/ Dire) 13:01 27-09-17 NNNN
Il bus in piazza VIII Agosto scortato dalle forze dell'ordine
(DIRE) Bologna, 27 set. - Il Bus della liberta', in tour nelle citta' italiane per opporsi all'insegnamento del gender nelle scuole, sbarca a Bologna e fa sosta in piazza VIII Agosto affiancato da un paio di mezzi di Polizia e Carabinieri. Poco distante, sotto la scalinata della Montagnola, si stanno radunando i manifestanti (sindacati, associazioni e collettivi) che avevano preannunciato l'intenzione di contestare l'evento: "Stop agli integralisti cattolici e ai fascisti" e "Fuori l'omofobia dalla scuola pubblica" sono alcuni degli striscioni esposti. "Ringraziamo le forze di sicurezza per il servizio che ci stanno rendendo", dichiara il direttore della campagna, Filippo Savarese, circondato da una ventina di sostenitori. Durante il volantinaggio "ci sono persone che sono d'accordo e persone in disaccordo. Specialmente con queste ci fermiamo a spiegare nel dettaglio le nostre teorie e mi pare conoscere che nella stragrande maggioranza dei casi capiscono, magari restando in disaccordo- afferma Savarese- che noi non siamo contro i diritti o la personalita' di nessuno ma siamo per la liberta' educativa delle famiglie". Per quanto riguarda il botta e risposta di ieri con il Comune, "non abbiamo mai parlato di autorizzazione ma di consenso", ribadisce Savarese, affermando che l'ufficio del Cerimoniale "ci ha segnalato la disponibilita' di piazza VIII Agosto, che abbiamo comunicato alla Questura". Su questo "ci sono scambi di e-mail", aggiunge Savarese, che pero' al momento non intende divulgarli: "Perche' dovremmo? Qualora il Comune dovesse protestare formalmente, lo faremo". Intanto, "siamo qui legittimamente", sottolinea il portavoce del Bus della liberta'. (Pam/ Dire) 13:01 27-09-17 NNNN
Il bus in piazza VIII Agosto scortato dalle forze dell'ordine

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?