Quotidiano Nazionale logo
15 apr 2022

Maurizio Cevenini intitolazione piazza, la figlia: "Bologna lo ama ancora"

A dieci anni dalla morte il sindaco Lepore ha proposto uno spazio a Porta San Mamolo. Cerimonia solenne l’8 maggio, Federica: "Forse meglio una via, ma c’erano problemi burocratici"

paolo rosato
Cronaca
INTERVISTA A MAURIZIO CEVENINI
Maurizio Cevenini

Bologna, 15 aprile 2022 - "Sarebbe stato bello intitolare al babbo una via, ma c’erano un sacco di problemi burocratici. E allora abbiamo condiviso la scelta di quello spazio, del resto tra via Paglietta e Porta San Mamolo ci è cresciuto". I passaggi descrittivi di Federica Cevenini sono sempre molto delicati: "Quello spazio va bene – aggiunge –, non dà tanto nell’occhio e in fondo è com’era Maurizio Cevenini: sempre in mezzo alla gente, ma senza disturbare mai nessuno". Il Comune intitolerà una piazzetta al Cev, persona e carica politica sempre tanto rimpianta in città, ai 10 anni dalla morte che cadranno l’8 maggio. E’ stata selezionata una porzione di Piazza di Porta San Mamolo, proprio di fianco ai chioschi del mercatino dell’ortofrutta, incastrata tra via di Mura di Porta D’Azeglio e viale Aldini. Qualche albero e un po’ di asfalto rovinato che il Comune si è impegnato a riqualificare, al progetto sta lavorando la Fondazione Rusconi. Intanto l’8 maggio ci sarà la cerimonia, e Federica è contenta.

Federica Cevenini
Federica Cevenini

"Sono molto onorata per questo riconoscimento – spiega la figlia del Cev –, la decisione finale è concordata. Certo una via sarebbe stata forse più adatta, ma avremmo creato diversi problemi alla toponomastica, ci sarebbero andate di mezzo le attività commerciali con un cambio del nome, ad esempio. E allora va bene così, magari quello spazio può apparire ‘bruttino’, ma verrà riqualificato, e magari una via gliela intitoleranno tra qualche anno (ride, ndr ). E’ uno spazio piccolo e umile, che rispetterà il suo modo di fare: sempre disponibile, mai invadente. Il riconoscimento è importante, perché Maurizio Cevenini è ancora tanto ricordato e amato dalle persone".

lo slargo di Porta San Mamolo che diventerà una piazzetta a suo nome
lo slargo di Porta San Mamolo che diventerà una piazzetta a suo nome

L’8 maggio si terrà anche una messa in memoria di Maurizio Cevenini, nella chiesa della Santissima Annunziata poco distante della piazzetta. E ovviamente non sarà l’unica iniziativa in quei giorni, ci sarà anche il Consiglio comunale speciale (la Sala Rossa di Palazzo d’Accursio è intitolata a Cevenini) e da Ozzano, per dirne una, partiranno in suo ricordo due corse podistiche. L’area individuata in futuro sarà ‘Piazzetta Maurizio Cevenini, pubblico amministratore bolognese (1954-2012)’. La denominazione, riferisce l’amministrazione comunale, è stata stabilita due giorni fa dopo che il sindaco Lepore aveva proposto alla commissione di intitolare al Cev, a dieci anni dalla sua scomparsa, "un’area di circolazione all’interno del Comune di Bologna, affinché la città possa degnamente ricordarlo". Nei prossimi giorni si prevedono gli ultimi passaggi istituzionali con il parere del Consiglio di Quartiere al Porto-Saragozza e la delibera di intitolazione ufficiale della Giunta comunale.

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?