Non sono ancora conclusi i disagi in Appennino per la nevicata di dieci giorni fa
Non sono ancora conclusi i disagi in Appennino per la nevicata di dieci giorni fa

Monghidoro (Bologna), 23 novembre 2017 – Basta una nevicata in anticipo rispetto ai canoni come quella di lunedì 13 a far saltare linee elettriche, telefoniche e acqua. E se i problemi relativi alla corrente sono andati gradualmente a risolversi, non altrettanto si può dire per quanto riguarda i telefoni, fissi e mobili, e la connessione a internet. A Monghidoro, la signora Vanna Nannoni, 57 anni, residente in via Campeggio, due chilometri circa sotto il centro del paese, è inviperita perché da ormai una settimana non ha alcun collegamento telefonico. «Non sono solo io ad avere il problema, ma anche altre tre famiglie della zona», dice la donna, e non è escluso che il numero delle persone che soffrono il disagio sia superiore. «I rami degli alberi sono caduti dopo la nevicata – prosegue la signora Nannoni – finendo sulle linee della Telecom, col risultato di mandare in tilt telefoni e connessione internet». Già riuscire a parlare con la donna è un’impresa, visto che il suo cellulare prende in un unico punto della casa, ma quel che più la fa arrabbiare è che nessuno sia stato in grado di darle una risposta su quando il guasto verrà riparato.

«Già dal 14 ho provveduto a fare una segnalazione al 187, chiamando poi tutti i giorni successivi, ma ogni volta l’operatore automatico registrava una pratica nuova, dicendo che il problema sarebbe stato risolto il giorno seguente a ogni segnalazione». Ma di operai e tecnici nemmeno l’ombra: «Ora al 187 – va avanti la donna – hanno fatto sapere che il ripristino delle linee telefoniche è previsto per il 30, ma io francamente ho forti dubbi». Un disagio che si potrebbe anche tollerare se le comunicazioni coi cellulari e il collegamento a internet fossero regolari, invece niente: «Mia madre abita sopra di me ed è isolata in casa, e ci sono persone che hanno il salvavita non funzionante perché è collegato al telefono». Per non parlare degli studenti che devono fare i compiti: «Ormai è tutto on line, anche i registri di classe con i programmi da svolgere, e non è possibile consultarli». Per ora la signora Vannoni ha contattato l’Unione consumatori, ma devono ancora fissarle un appuntamento. Il problema resta, e c’è anche molta amarezza.

Intanto, per quanto riguarda famiglie e attività isolate a Castel Maggiore Tim comunica che ha dovuto chiedere ed ottenere i relativi permessi di scavo. I lavori inizieranno oggi e dovrebbero eliminare il guasto entro il prossimo venerdì.