Bologna, 13 settembre 2019 - Preso a calci in faccia, perché si è permesso di richiamare un pusher che stava orinando contro un muro in via Vinazzetti, dietro piazza Verdi, a Bologna. È successo ieri sera alle 20,10 e l’aggressore, un marocchino di 20 anni, più che noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato subito dopo dai poliziotti delle volanti in via Petroni (VIDEO), dove era scappato, nascondendosi in una pizzeria.

La vittima, un aretino di 65 anni, è stato portato all'ospedale Sant’Orsola: ha il naso rotto e oltre venti giorni di prognosi. All’ospedale è finito anche uno degli agenti: il pusher, per evitare l’arresto, gli ha rotto un dito.