Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
9 giu 2022

Bologna, radiologo violenta paziente alla visita: "Non ho resistito alla sua bellezza"

La ventottenne è stata vittima di abusi sessuali durante un esame in una struttura della provincia. I carabinieri hanno denunciato un tecnico dell’ambulatorio, subito licenziato, grazie alle tracce biologiche

9 giu 2022
zoe pederzini
Cronaca
Una vittima ascoltata in caserma da un carabiniere
Una vittima ascoltata in caserma da un carabiniere (foto d'archivio)
Una vittima ascoltata in caserma da un carabiniere
Una vittima ascoltata in caserma da un carabiniere (foto d'archivio)

Bologna, 9 giugno 2022 - Approfittando del suo ruolo, ha abusato sessualmente, senza ritegno, di una giovane ragazza durante lo svolgimento di un esame medico, ma è stato incastrato dall’esame del Dna. A finire nel mirino dei carabinieri, ed essere denunciato all’autorità giudiziaria, un tecnico radiologo residente nel bolognese, incensurato, di 49 anni. L’uomo è ora accusato del reato di violenza sessuale. I fatti risalgono al mese di marzo scorso, ma ci è voluto un po’ di tempo perché gli esami del Dna dessero l’esito che ha incastrato l’uomo. I fatti. Una atleta 28enne si è rivolta a una struttura sanitaria polispecialistica privata della provincia per alcuni accertamenti. Tra questi anche una radiografia lombosacrale. Ed è proprio durante lo svolgimento di quest’esame che si è consumata la violenza. Il tecnico di radiologia, dopo aver fatto accomodare la paziente sul lettino di spalle, nella posizione che diceva essere più congeniale per eseguire il test, ha iniziato dapprima a palpeggiare la ragazza sul seno, per poi abbassarle velocemente le mutandine. A quel punto, facendo leva sullo sconcerto della ragazza che non capiva la necessità di dover eseguire l’esame completamente nuda, il tecnico radiologo ha abusato sessualmente della giovane per alcuni secondi. Giusto il tempo necessario affinché la povera ragazza realizzasse le reali intenzioni del tecnico. Sebbene terrorizzata dalla situazione e sotto choc, la giovane ha subito trovato la forza di rivestirsi e di scappare fuori dalla stanza. Giunta nel corridoio della struttura ha incontrato un’infermiera che, vedendola pallida e impaurita, le ha chiesto cosa mai fosse accaduto. Appresi i fatti, la professionista sanitaria ha chiamato subito i carabinieri. I militari di una delle stazioni afferenti alla Compagnia di San Lazzaro di Savena sono subito arrivati nel poliambulatorio e con grande tempestività hanno attivato il ‘Protocollo Rosa’ dell’ospedale Maggiore di Bologna, dove la ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?