Gioielli in una foto d'archivio DePascale
Gioielli in una foto d'archivio DePascale

Bologna, 14 marzo 2019 – La polizia ha arrestato un rumeno di 27 anni, destinatario di un mandato di arresto europeo emesso dall'autorità competente del Regno Unito, in quanto ritenuto responsabile di una cruenta rapina compiuta a Londra.

E’ successo ieri sera nel corso del servizio di vigilanza degli agenti in stazione. Gli uomini del compartimento polizia ferroviaria hanno notato una coppia di ragazzi diretti nell'atrio centrale che, alla loro vista, hanno cambiato repentinamente direzione dirigendosi verso la vicina piazza Medaglie d'oro.

Insospettiti, gli agenti hanno seguito a distanza la coppia che, dopo pochi minuti, rientrata nell'atrio principale, ha cercato di confondersi con i numerosi viaggiatori presenti.

Una volta fermati, i ragazzi hanno mostrato chiari segni di nervosismo e all’esito del controllo i poliziotti hanno appurato che uno dei due era gravato appunto da un mandato d’arresto europeo emesso dall’autorità del Regno Unito a seguito di una cruenta rapina avvenuta a Barking, quartiere della periferia Est di Londra, in concorso con altri due connazionali, denunciata da un gioielliere inglese.

Quest’ultimo, attirato all'interno della propria attività commerciale con l'inganno, è stato legato e picchiato e rapinato di valori per un totale di 100mila sterline.

Il 27enne rumeno è stato quindi arrestato e trasferito in carcere a Bologna.