NICOLETTA TEMPERA
Cronaca

Salvata a 15 anni : "Si è lanciata dal Pincio. Voleva suicidarsi, l’ho afferrata al volo"

L’intervento dei poliziotti Silvia Graziani e Massimiliano Pulega. Gli agenti hanno bloccato e poi calmato l’adolescente . Con lei un amico, che è riuscito a prendere tempo in attesa dei soccorsi.

Salvata a 15 anni : "Si è lanciata dal Pincio. Voleva suicidarsi, l’ho afferrata al volo"

Salvata a 15 anni : "Si è lanciata dal Pincio. Voleva suicidarsi, l’ho afferrata al volo"

L’ha afferrata per le gambe, quando già la ragazzina penzolava nel vuoto, oltre la balconata del Pincio della Montagnola. Dieci metri di vuoto sotto di lei. "È stato istintivo, non ho avuto il tempo di pensare: dovevo prenderla", ha raccontato ieri l’agente Silvia Graziani. Che, assieme al vice sovrintendente Massimiliano Pulega, domenica pomeriggio ha salvato una quindicenne dal suicidio.

Era stato il 118 a dare l’allarme alla polizia: "Al Pincio della Montagnola c’è una quindicenne che minaccia di uccidersi". Così, la pattuglia delle Volanti composta da Pulega e Graziani si era precipitata in via Indipendenza, cercando di individuare la giovanissima, senza avere ulteriori informazioni oltre la sua età e il luogo dove cercarla. I due poliziotti hanno però notato subito, nei pressi della balconata, due adolescenti, un ragazzo e una ragazza, che discutevano. E lei, appena vista la polizia, ha lasciato perdere il suo amico e si è lanciata contro il parapetto, scavalcandolo e rimanendo penzoloni nel vuoto.

Solo la prontezza di riflessi della agente Graziani ha evitato il peggio: la poliziotta è riuscita ad afferrare la ragazzina per una gamba, tirandola su e mettendola poi in sicurezza con l’aiuto del collega. La giovanissima era molto agitata e continuava a tentare di liberarsi per compiere l’estremo gesto. I poliziotti, parlando con lei, sono riusciti a riportarla alla calma, fino all’arrivo dell’ambulanza e della mamma. "Le abbiamo chiesto come si chiamasse – spiega Pulega –. Abbiamo stabilito un contatto. A poco a poco, lei si è tranquillizzata". Oltre ai due poliziotti, anche il ragazzino che era con la quindicenne, un compagno di scuola, ha avuto un ruolo fondamentale nel salvataggio: capite le intenzioni dell’amica, l’aveva convinta a chiamare il 118, tenendola impegnata al telefono fino all’arrivo della polizia. Una volta in sicurezza, la ragazza è stata riaffidata alla mamma e al 118.