Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
25 giu 2020

"Si vince con una forza di centro Il leader si troverà alla fine"

"Prima serve un programma solido e credibile, a lungo-medio termine, strategico per la città"

25 giu 2020
luca orsi
Cronaca

"Non si parte dalla fine". Stefano Zamagni, economista, non vuole sentire parlare di candidature a sindaco. "Il leader – avverte – è il punto di arrivo di un percorso, non il punto di partenza". Allora, professore, da dove si deve cominciare? "Dal dare vita a un’aggregazione di centro". C’è ancora spazio per un centro? "In tutti i sistemi di democrazia liberale il centro è sempre stato l’asse portante dell’equilibrio politico". Addio bipolarismo? "Eliminare il centro come spina dorsale, smembrarlo una parte qua l’altra là, è stata una cosa vergognosa". Pensa a un partito dei cattolici? "Non si continui a confondere un partito di centro moderato con la questione dei cattolici in politica. L’esperienza della Dc è finita per sempre". Chi potrebbe fare parte di questa aggregazione? "Penso a un partito aperto a tutti, credenti e no. Persone con competenze, passione civile, capacità di disegnare il futuro a medio-lungo termine della città". Tenute insieme da quale collante? "La convergenza si realizza su una piattaforma, non su un’ideologia a monte". Che risultato potrebbe ottenere, un nuovo centro, alle elezioni per il sindaco? "Un’aggregazione di questo tipo a Bologna vincerebbe a mani basse. A condizione che la piattaforma di programma sia fatta come Dio comanda". Non è un po’ troppo ottimista? "Sia il centrodestra che il centrosinistra ci hanno abituato a proposte ridicole, di corto respiro. Per questo dico che, presentandosi con un disegno strategico per la città, una forza di centro vincerebbe. E sarebbe un bene anche per le altre forze politiche". In che senso? "Destra e sinistra sarebbero costrette a ritornare a pensare, a rimettersi in gioco. Dovrebbero gioco forza smettere di curare solo il proprio orticello, con una autoreferenzialità di cui la gente è stanca". Ci vuole però un candidato sindaco. "A suo tempo. Diamo vita a una aggregazione di centro che si presenti con la propria autonomia, sulla base di un programma solido, e solo dopo parliamo di ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?