Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
29 mag 2022

Chiara Gualzetti, il ricordo al Veronelli ora è indelebile

L’aula di informatica dell’istituto intitolata alla 16enne uccisa. La preside De Vivo: "Da un dolore indicibile troviamo la forza per rinascere"

29 mag 2022
gabriele mignardi
Cronaca
I genitori di Chiara assieme alle autorità durante la scopertura della targa
I genitori di Chiara assieme alle autorità durante la scopertura della targa
I genitori di Chiara assieme alle autorità durante la scopertura della targa
I genitori di Chiara assieme alle autorità durante la scopertura della targa

Valsamoggia (Bologna), 29 maggio 2022 - Inciso per sempre sulle pareti della sua scuola il ricordo di Chiara Gualzetti, la quindicenne di Monteveglio uccisa lo scorso 27 giugno in un prato ai piedi del colle sul quale sorge l’Abbazia. La ragazza accoltellata e picchiata dal coetaneo per il quale in aprile si è aperto il processo con rito abbreviato, frequentava infatti la sede coordinata del Veronelli, a Crespellano. Ed è all’ingresso dell’aula di informatica che la quindicenne aveva frequentato, nella 2ªA, che ieri mattina è stata scoperta la targa di intitolazione dello spazio di studio e formazione dotato di 24 computer ed attrezzature informatiche nel quale i futuri operatori del settore turistico-gastronomico imparano ed applicano le tecniche dell’informazione e della comunicazione. Un percorso di memoria che il consiglio di istituto del Veronelli aveva imboccato già nel luglio 2021, con la precedente dirigente scolastica Tiziana Tiengo, nella immediatezza della scomparsa e raccogliendo le istanze avanzate da tutta la comunità scolastica. Subito dopo la scuola aveva deliberato di intitolare un’aula alla studentessa. Un testimone raccolto con determinazione dalla dirigente scolastica Rosalba De Vivo, che nei mesi seguenti ha istruito l’iter normativo burocratico tenendosi sempre in contatto e in comunanza di obiettivi con i genitori Vincenzo e Giusi, acquisendo i pareri delle autorità: dal prefetto alla Giunta comunale, con l’autorizzazione dell’Ufficio scolastico provinciale di Bologna nella persona del dirigente Giuseppe Antonio Panzardi, il quale ieri mattina non ha saputo trattenere la commozione nel suo intervento che ha anticipato lo svelamento della targa: "Questa iniziativa è importante per dare memoria ad un fatto tragico che ha segnato la comunità. Mi fa pensare alla Canzone di Marinella, ispirata a Fabrizio De Andrè da un fatto di cronaca che lesse in un giornale". "Non vorrei mai avere vissuto una situazione come questa – ha esordito invece la ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?