Si chiama Americano, ma di americano non ha nulla. Questo cocktail, progenitore del Negroni, nasce infatti in Italia negli anni ‘30 e fu addirittura imposto dal regime fascista in quanto i suoi componenti erano esclusivamente nazionali.
Il vermouth infatti è torinese mentre il Bitter Campari è milanese, così come pure la soda water (letteralmente acqua di soda) che fu inventata a Milano.

Il nome probabilmente gli è stato dato in onore di Primo Carnera quando divenne campione mondiale dei massimi al Madison Square Garden di New York nel 1933.
Gli italiani festeggiarono il suo ritorno in patria con questo cocktail che fu chiamato Americano.

Ricetta classica: 1/2 Bitter Campari e 1/2 Vermouth rosso e soda, fetta d’ arancia e scorza di limone. Due gocce d’angostura fanno la differenza.