Bologna Award 2018, primi protagonisti in piazza Maggiore
Bologna Award 2018, primi protagonisti in piazza Maggiore

Bologna, 13 ottobre 2018 – Incontri, dialoghi, eventi e un percorso espositivo firmato da Atlan. Tutto questo è Bologna Award Food Festival. Da domani a martedì, negli spazi di Fondazione Fico al parco agroalimentare Fico Eataly World, va in scena la terza edizione del festival che racconta il cibo sostenibile. Numerosi gli appuntamenti della prima giornata: taglio del nastro alle 11 della mostra “Primo non sprecare, secondo Altan. Lo spreco formato vignetta”. Le tavole di Altan hanno immortalato le sirene delle offerte 2x3, la bulimia da acquisto al supermercato e altri momenti di ordinaria quotidianità sprecona dei consumatori italiani. L’esposizione si potrà visitare fino al 31 ottobre tutti i giorni dalle 10 alle 23 con ingresso gratuito. Arrivando, il pubblico potrà fare colazione con pane e sfiziosi assaggi di miele e confetture selezionati da Conapi per una domenica a tutta energia.

LEGGI ANCHE Bologna Award 2018, vince Sunita Narain. "Il cibo è strategico per salvare il clima"

Sarà una domenica ricca di ospiti: alle 11.30 arriveranno il giardiniere di Versailles Giovanni Delù, che ha esportato alla corte del Re Sole anche prelibate colture di ortaggi, diventati il rifornimento per le cucine stellate dei ristoranti parigini, il food performer Nick Difino che dialogherà con Duccio Caccioni, coordinatore scientifico di Fondazione Fico, per svelare le bufale alimentari che ogni giorno circolano in rete. Alle 16.30 lo scrittore Antonio Pascale e l’antropologa Elisabetta Moro parleranno del cibo nella letteratura. Mentre alle 17.30 è in programma un dibattito con due cacciatori di sprechi alimentari: Andrea Segrè e Massimo Cirri, che proprio da Bologna Award lanceranno una nuova campagna di educazione alimentare in onda su Caterpillar. In serata, dopo le premiazioni di Bologna Award 2018, che va alla ambientalista indiana Sunita Narain, per aver coniugato cibo e sviluppo nelle sue ricerche, spazio allo “show” di Joseph Puglisi che con l’antropologo Marino Niola svelerà i backstage della carne vegana. Tra i protagonisti del festival anche gli chef Antonia Klugmann e Filippo La Mantia, premiati con il “City of Food Master” per la comunicazione dei valori di sostenibilità agroalimentare attraverso la loro cucina.

Lunedì dalle 10 alle 12.30 c’è il Jedi Show. Si parlerà di educazione alimentare e parteciperanno centinaia di studenti bolognesi. In programma nel pomeriggio un seminario di Andrea Segrè. Chef protagonisti martedì: Filippo La Mantia presenterà il libro scritto a quattro mani con la food blogger Chiara Maci. Dialogherà con lui Camilla Ghedini, scrittrice e giornalista Qn - Il Resto del Carlino. Alle 18  Antonia Klugmann, chef stellata, presenterà la sua autobiografia. Chiuderà l’evento la premiazione City of Food Master 2018. Tutti gli appuntamenti sono gratuiti e aperti al pubblico

Intanto questa mattina la manifestazione ha preso il via con il festoso saluto in piazza Maggiore  da parte dei primi protagonisti, nell'ambito dell'evento di pixel art "In the name of Africa" promosso da Cefa onlus. Pietro De Marinis, presidente del Laboratorio di Cooperazione internazionale Develo al quale va la menzione speciale di Bologna Award 2018, ha raccontato i progetti di agroecologia sviluppati con i coltivatori di Haiti. Il direttore della Camera nazionale di Agricoltura della Costa d'Avorio, Kouassi Dja Flore, ha invece rilanciato l'appello dell'agenda Onu: fame zero entro il 2030.

Dalle 20 invece nel parco agroalimentare Fico Eataly World, è in programma l’evento conviviale promosso da Fondazione Fico con la Comunità di Sant’Egidio e Ponti di Pace, per salutare Bologna Award 2018, evento promosso da Fondazione Fico e Caab con la Camera di Commercio di Bologna, Città Metropolitana, Regione, Comune e Bologna Welcome.

Sfoglia qui sotto il programma completo: