Il cantiere sull’A14 dopo l’esplosione
Il cantiere sull’A14 dopo l’esplosione

Bologna, 17 agosto 2018 - Il Movimento 5 Stelle chiede una verifica da parte della Protezione civile sulla riapertura "immediata" della A14 dopo l’esplosione del 6 agosto a Borgo Panigale. Nuovo strappo, dunque, tra la maggioranza di governo e la società Autostrade con il leader dei 5 stelle bolognesi, Massimo Bugani, che dopo il crollo del ponte sulla A10 a Genova ora vuole più garanzie sulla riapertura del tratto del ramo di Casalecchio.

"Vogliamo verifiche da parte di un ente terzo (Protezione civile) su tutti i ponti e i viadotti autostradali – ha poi spiegato Bugani su Facebook–. A partire dalla porzione di ponte rimasto in piedi a Borgo Panigale dopo l’esplosione dell’autocisterna".

Ad oggi, secondo l’esponente di Rousseau e vicecaposegreteria di Luigi Di Maio a Palazzo Chigi, le "uniche prove di sicurezza e staticità sono state fatte dai tecnici di Autostrade. Il procuratore di Bologna Amato ha chiuso in fretta le indagini su eventuali problemi strutturali per consentire l’immediata riapertura del tratto autostradale. Forse un po’ piu’ di cautela era necessaria".