Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
24 giu 2022

Cmp, Perez alza ancora l’asticella "Non mi fermo, sogno la Serie B"

Il presidente del team che in due anni è passato dalla D alla C Gold: "Ho ambizioni perché vengo dalla fatica"

24 giu 2022
giacomo gelati
Sport

di Giacomo Gelati

Fase delicata in casa della neopromossa Cmp Global del presidente Cristian Manuel Perez, che dopo lo straordinario uno-due dalla serie D alla C Gold in appena due anni di vita del club, ora deve fronteggiare il suo stesso futuro. È infatti di appena due settimane fa la conquista del quarto campionato italiano (serie chiusa 2-0 contro il Cvd Casalecchio) e l’inizio della programmazione della stagione 20222023, che visto l’importante salto di categoria muterà inevitabilmente impegni, economie, organigramma e coordinamento fra obiettivi e risorse. Che per una società fondata nell’estate del 2020 è molto più di un semplice balzo in avanti.

"Purtroppo durante la cena per i festeggiamenti – spiega Perez – lo staff ha deciso di fare un passo indietro per la prossima stagione, lasciando un po’ tutti a bocca aperta. Coach Fabrizio Lanzi ed Edoardo Corvinelli, che hanno messo su questo progetto con me, ma anche il diesse Luca Morando, Paolo Arbitani e Marco Umiltà, hanno deciso di prendersi un po’ di tempo per riflettere in vista della prossima stagione e visto l’impegno importante che sarà la C Gold, fra stress e allenamenti. Per me, al di là di come andrà a finire, queste persone saranno sempre dirigenti e consulenti ad honorem, perché sono gli artefici di questa bellissima cavalcata insieme ai ragazzi". Qualche giorno per riflettere in vista della stagione 20222023: all’inizio della settimana prossima è in programma l’incontro fra i dirigenti per valutare cosa fare. "Ci siamo presi qualche giorno di stacco e lunedì faremo una scelta e daremo delle risposte ai giocatori, tifosi e noi stessi. Nel frattempo il nostro partner Pontevecchio, che ci ha sempre teso la mano, si è reso disponibile per sostenerci e consigliarci nel passo importante che ci accingiamo a fare. Noi non siamo integrati nel basket e ci siamo affacciati da poco: per giocare in certe categorie devi avere giovanile e la Pontevecchio ha sposato il nostro progetto sportivo, riproponendosi come partner per andare avanti".

Improbabile che i rossoblù scelgano di ripartire dalla C Silver, dato che il numero uno del club ha una visione chiara sui prossimi obiettivi. "Da sportivo non ho valutato l’ipotesi di fare un passo indietro, ma è ovvio che se dovesse esserci il rischio di sfasciare un gruppo non farei il despota e penserei di ritornare in C Silver. Io vengo dalle fatiche e la mia volontà è di provare a raggiungere la serie B. La prossima settimana dobbiamo fare una scelta per il rispetto di tutti, anche perché il tempo vola e dobbiamo optare fra il fatto di prendere tempo per un’ulteriore valutazione, o sposare altri progetti. Staff e allenatori servono e i giocatori devono avere un programma e un calendario".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?