Quotidiano Nazionale logo
20 apr 2022

Ribaltone Virtus, esonerato Lardo Il team affidato alla vice Gianolla

Il tecnico paga la sconfitta nella semifinale tricolore. Domani si torna in campo. alle 20,30 alla Segafredo Arena

filippo mazzoni
Sport
Lino Lardo, 62 anni (Schicchi)
Lino Lardo, 62 anni (Schicchi)
Lino Lardo, 62 anni (Schicchi)

di Filippo Mazzoni

Sollevato dall’incarico Lino Lardo, squadra affidata fino a fine stagione ad Angela Gianolla. Rivoluzione in casa Virtus. Il giorno dopo la sconfitta in gara-uno di semifinale con Venezia, la dirigenza bianconera ha deciso di sollevare dalla carica di allenatore Lino Lardo. Dopo la sconfitta 69-51 di lunedì sera, in casa bianconera si è cercato di dare una scossa aduna squadra che dopo un buon primo tempo, Virtus avanti all’intervallo 32-36, si è completamente sciolta nella ripresa.

Al PalaTaliercio la squadra ha giocato per i primi venti minuti, tenendo bene il campo ma smettendo di farlo dopo l’intervallo, da cui per altro la squadra è rientrato quasi a fil di sirena.

Lardo paga per i suoi errori, quelli di una squadra a cui è mancata la personalità e che si è fatta prendere dal nervosismo e della frenesia, ma anche costruita con chiare lacune di organico. Nella ripresa è mancata la cattiveria agonistica e la determinazione con la squadra apparsa completamente svuotata e incapace di reagire alle venete. Adesso con l’esonero del coach anche le giocatrici sono con le spalle al muro, chiamate a dimostrare di essere una squadra in grado di battere Venezia e conquistarsi l’accesso alla finale scudetto. Tra l’altro i precedenti stagionali 76-64 nella semifinale di Coppa Italia il 26 marzo a San Martino di Lupari, e il 37-75 del PalaTaliercio sempre per le bianconere il 31 ottobre scorso erano stati nettamente favorevoli alla formazione di Lardo, con la vittoria in campionato che era costata la panchina al tecnico lagunare Romano, poi sostituito da Mazzon.

Domani in gara-due, palla a due alle 20,30 alla Segafredo Arena, è logico attendersi una reazione di orgoglio da parte delle bianconere, chiamate a lasciarsi alle spalle polemiche e prestazioni negative per cercare di voltare pagina e riaprire una serie tutt’altro che chiusa. La squadra è stata affidata fino al termine della stagione ad Angela Gianolla, con la società già in moto alla ricerca dell’allenatore, e non solo, per la prossima stagione. Quindi se da un fronte in casa bianconera si guarda al futuro, dall’altro si deve tenere ben salda la barra in una stagione che potrebbe avere ancora tanto da dire.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?