Dopo lo storico bronzo conquistato a Tokyo 2020 ricomincia da tre ori la stagione sportiva di Martina Santandrea. L’atleta bolognese delle Farfalle della ritmica ha conquistato insieme alle compagne le tre medaglie più prestigiose alle World Challenge Cup andata in scena a Cluj in Romania. Le Azzurre guidate da Alessia Maurelli hanno trionfato nel concorso generale e nelle specialità cinque palle...

Dopo lo storico bronzo conquistato a Tokyo 2020 ricomincia da tre ori la stagione sportiva di Martina Santandrea. L’atleta bolognese delle Farfalle della ritmica ha conquistato insieme alle compagne le tre medaglie più prestigiose alle World Challenge Cup andata in scena a Cluj in Romania. Le Azzurre guidate da Alessia Maurelli hanno trionfato nel concorso generale e nelle specialità cinque palle (davanti a Germania e Francia) e con i tre cerchi e quattro clavette (precedendo Germania e Finandia). Una buona prova di squadra e un’iniezione di fiducia importante in vista dei Mondiali che si terranno ancora una volta in Giappone, dal 27 al 31 ottobre. "E’ stato un bel weekend di successi, – comincia un’entusiasta Santandrea, atleta del Gruppo Sportivo dell’Aeronautica – siamo riuscite a conquistare tre medaglie d’oro. Per noi si trattava di un banco di prova molto importante in vista dei campionati del mondo. Torneremo dove siamo state per le Olimpiadi, un’emozione ancor più grande". In Romania non erano presenti le nazionali più forti ma il successo ha comunque significato tanto per la giovane ginnasta di San Pietro in Casale: "E’ vero che a Cluj non c’erano alcune delle avversarie più temibili ma abbiamo comunque dato prova di grande compattezza e di saperci reinventare anche dopo un successo importante come quello a Tokyo". Il ritorno alle gare dopo i Giochi Olimpici non è mai una passeggiata, ma le Farfalle Azzurre hanno dato prova di grande compattezza, convincendo i giudici grazie alle perfetta esecuzione degli esercizi: "Avere una prova ulteriore in pedana è stato fondamentale, siamo soddisfatte di aver portato a termine il nostro lavoro con esercizi puliti che hanno ottenuto un buon punteggio. Questo ci fa sperare di poter ottenere un buon risultato al Campionato del Mondo. Dopo le Olimpiadi non è mai semplice tornare ad allenarsi ma abbiamo iniziato subito con una difficoltà maggiore nei nostri esercizi. Speriamo di poter dire la nostra ai Mondiali e che tiferete per noi anche da lontano."

Gianluca Sepe