Il patron di Technogym Nerio Alessandri
Il patron di Technogym Nerio Alessandri

Cesena, 9 febbraio 2021 - Un premio straordinario per i propri dipendenti, nonostante l’anno sia stato duro anche per il mondo del wellness. Technogym, l’azienda cesenate di attrezzature per il fitness e lo sport, ha fatto sapere di aver erogato un premio di 1.200 euro a ciasun dipendente, che si somma ai 1.800 euro già erogati durante l’anno per permettere ai premi aziendali di raggiugere quota 3mila euro a lavoratore.
"Il 2020 è stato un anno difficile – spiegano dall’azienda –, complicato ed inaspettato, che ha richiesto un forte sforzo da parte di tutti i componenti della squadra Technogym nell’affrontare prima il lockdown poi le sfide di uno scenario incerto. L’azienda ha apprezzato la passione, il cuore e l’impegno con cui i collaboratori hanno affrontato questo momento nonostante le oggettive difficoltà".
 

Dunque, anche se i risultati e gli obiettivi economici attesi non sono stati raggiunti, "per premiare tale contributo e dimostrare in maniera concreta e tangibile quanto Technogym tiene alle proprie persone, alla loro soddisfazione ed alla loro crescita, l’azienda – si legge in una nota – ha deciso che, anche se nel secondo semestre non sono state raggiunte le soglie di risultato necessarie per accedere al premio di produzione, verrà erogato nella prossima busta paga, un premio straordinario di 1.200 euro a tutti i collaboratori della fabbrica".
 

Sono 2.300 i dipendenti totali dell’azienda che nel corso del 2020, nonostante il blocco dell’attività nelle palestre ha visto salire il segmento di mercato dell’home fitness (gli attrezzi per allenarsi a casa), cresciuto del del 58% per un valore di 98 milioni di euro, un trend già presente e ovviamente accelerato dalla situazione pandemica.