Quotidiano Nazionale logo
13 apr 2022

Tramonto DiVino partirà dalla nostra Riviera

La manifestazione enogastronomica che promuove cibi e vini di eccellenza certificata (Dop e Igp) è stata presentata a Vinitaly

paolo morelli
Cronaca
I protagonisti della presentazione di Tramonto Divino al Vinitaly con l’assessore regionale Alessio Mammi
I protagonisti della presentazione di Tramonto Divino al Vinitaly con l’assessore regionale Alessio Mammi
I protagonisti della presentazione di Tramonto Divino al Vinitaly con l’assessore regionale Alessio Mammi

di Paolo Morelli

Ha fatto un bel salto di qualità prima ancora di vedere la luce Tramonto DiVino, il roadshow del gusto dell’Emilia-Romagna che da 17 anni mette insieme vini e cibi a qualità certificata (Dop e Igp), cultura enogastronomica e turismo: per la presentazione ha scelto Vinitaly, il palcoscenico più importante d’Italia che oggi a Verona chiude un’edizione da record con una folla di appassionati che si sono aggiunti agli operatori nonostante i 100 euro del biglietto d’ingresso.

Sono sette gli eventi che, da luglio a settembre, porteranno i grandi vini e i grandi cibi dell’Emilia-Romagna nelle più belle piazze della riviera romagnola e delle città d’arte. Un modo concreto per dimostrare sul campo l’alleanza fra Consorzi e istituzioni che a Vinitaly ha definitivamente promosso il binomio vino-cibo come valore assoluto nella nostra regione: 44 prodotti Dop e Igp, abbinati a 30 tipologie di vini a denominazioni fra Doc, Docg e Igt per un ammontare complessivo di quasi mille etichette raccontato nella guida ‘Emilia Romagna da Bere e da Mangiare’ edizione 20222023, realizzata dall’agenzia di comunicazione PrimaPagina di Cesena e dalle sezioni dell’Emilia e della Romagna dell’Associazione Italiana Sommelier con l’Enoteca Regionale dell’Emilia-Romagna, che sarà consegnata ai partecipanti alle serate.

Il primo appuntamento del roadshow è previsto il 22 luglio a Cervia, nel borgo dei pescatori fra l’antica Torre San Michele e la darsena. Il 29 luglio bis marittimo a Cesenatico, in Piazza spose Marinai, fra il mare e il porto leonardesco. E per completare il tour romagnolo, il 4 agosto grande serata a Forlimpopoli, nel giorno dell’anniversario della nascita di Pellegrino Artusi, padre della cucina italiana. Alla cena-degustazione di Tramonto DiVino sarà abbinata l’anteprima del docufilm ‘Pupi Avati: la tavola racconta’ alla presenza dei fratelli Avati e del regista Pintaldi.

Dopo Ferragosto Tramonto DiVino farà rotta sull’Emilia: Si comincia nelle terre del Lambrusco il 1° settembre nei territori di Modena o Reggio. Il 7 settembre Ferrara ospiterà la tappa organizzata insieme alla locale Strada dei vini e dei sapori, nella cornice di piazza XXIV maggio Due giorni dopo, il 9 settembre, sarà la volta di Fontanellato, in provincia di Parma. Ultima tappa a Piacenza (23 settembre) in Piazza Cavalli nell’ambito di ‘Piacenza è un mare di sapori’.

Le serate saranno organizzate con il format inaugurato nel 2020 per limitare i rischi di diffusione del Covid-19 (chi vuole partecipare dovrà prenotare e sarà seduto a tavola), oppure in piedi (nella formula tradizionale con i banchi d’assaggio).

In degustazione ci saranno complessivamente oltre 1.000 etichette e i prodotti regionali certificati: i salumi emiliani come il Prosciutto di Parma, la Mortadella Bologna, il Parmigiano Reggiano e lo Squacquerone di Romagna con la Piadina Romagnola Igp, gli Aceti Balsamici Tradizionali di Modena e Reggio. A spettacolarizzare i prodotti in degustazione saranno gli show cooking dei cuochi di CheftoChef emiliaromagnacuochi l’Associazione con il maggior numero di chef stellati emiliano-romagnoli.

Alla presentazione a Vinitaly hanno fatto gli onori di casa Alessio Mammi, assessore regionale all’Agricoltura e agroalimentare, caccia e pesca, e Giordano Zinzani, presidente dell’Enoteca Regionale Emilia Romagna.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?