La refurtiva trovata
La refurtiva trovata

Civitanova Marche (Macerata), 20 gennaio 2019 - Furti a raffica, i carabinieri di Civitanova Marche hanno arrestato in flagranza di reato, dopo indagini durate un'intera nottata, quattro cittadini albanesi, due uomini e due donne che negli ultimi tempi avevano saccheggiato indisturbati abitazioni del Maceratese e non solo.

Questo fine settimana il gruppo è arrivato, a bordo di una monovolume scura, fino a Centobuchi di Monteprandone, dove si è messo all'opera, ignaro di esser stato seguito. Le due donne hanno fatto il palo, spostandosi in auto nei pressi degli obiettivi, i due uomini girando a piedi si sono introdotti in vari appartamenti fino a quando non sono stati individuati e bloccati.

Recuperati monili in oro, orologi e preziosi appena trafugati per un valore di circa 5.000 euro (foto), raccolti in un vano appositamente ricavato nello sportello anteriore sinistro del veicolo, insieme a guanti professionali, passamontagna, due torce portatili, un grosso cacciavite, un piede di porco e numerosi telefoni cellulari. Accertati quattro furti a Centobuchi. Gli arrestati sono stati rinchiusi in carcere in attesa dell'udienza di convalida.