Quotidiano Nazionale logo
16 apr 2022

Basket femminile A2

Feba, missione complicatissima in casa della leader. Melappioni: "Le ragazze daranno battaglia"

Più che una salita, sarà un’arrampicata. Le ultime tre partite della Feba si stagliano come "8000" all’orizzonte delle momò. Le tre sfide in successione: stasera (ore 21) a San Giovanni Valdarno contro la capolista, mercoledì in casa (ore18) contro la rimontante Capri nel recupero del match non giocato domenica scorsa e, il sabato successivo, di nuovo in casa (ore 18) contro la Cestistica Spezzina seconda della classe. Non verrà invece recuperata la trasferta di Selargius, non essendoci più date utili prima che cominci la post-season. Oggi le chances di vittoria in Toscana sono ridotte al lumicino. E c’è da sperare che la Nico Ponte Buggianese, unica squadra ancora alla portata della Virtus in classifica, non ce la faccia stasera a battere un Selargius in rottura prolungata. La Feba farà comunque l’impossibile a San Giovanni Valdarno, perché è abituata a lottare fino all’ultima stilla di sudore. Ma conquistare i due punti in quel campo avrebbe davvero del clamoroso. Allenata dall’ex Alberto Matassini, la capolista ha perso solo 3 partite su 23 e viene da 9 successi consecutivi. Ha una rosa stellare, se confrontata a quella biancazzurra: dalla Bove alla Ramò, dalla Lazzaro alla Peresson e alla Vespignani, e così via. "Sappiamo benissimo che dovremo misurarci con uno squadrone – ci ha dichiarato coach Donatella Melappioni – e che, nei pronostici, partiamo nettamente battute. Del resto è un testacoda. Ma noi, per indole, non siamo abituate a chiamarci fuori prima del tempo. Il nostro piano è quello di dare battaglia. Certo che, qualora le cose si dovessero metter male per noi, non avrà senso insistere troppo a lungo sul quintetto-base a pochi giorni di distanza dalle due gare decisive contro Capri e Spezia. In questo caso concederemo spazio alle momine, facendo riposare un po’ chi gioca abitualmente di più. Ma, ripeto, noi – conclude Melappioni – proveremo a restare in partita il più a lungo possibile".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?