Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
24 dic 2020

App Sanità km zero Regione Veneto: mai più dal medico per la ricetta

Si tratta di un nuovo servizio pubblico, basato sul Fascicolo Sanitario Elettronico, che centralizzerà sullo smartphone ricette, esiti delle visite e tutti i documenti sanitari

24 dic 2020
giacomo capovilla
Cronaca
Bologna - 11/11/2012 - Luca Zaia Governatore del Veneto della Lega Nord partecipa alla dimostrazione di protesta contro la politica del governo Monti l'Europa e le tasse (Photo by Mario Carlini / Iguana Press)
il governatore del Veneto Zaia
Bologna - 11/11/2012 - Luca Zaia Governatore del Veneto della Lega Nord partecipa alla dimostrazione di protesta contro la politica del governo Monti l'Europa e le tasse (Photo by Mario Carlini / Iguana Press)
il governatore del Veneto Zaia

Venezia, 24 Dicembre 2020 - Un’app unica per tutti i documenti riguardanti la salute. Si tratta di un nuovo servizio pubblico, offerto dalla Regione Veneto, basato sul Fascicolo Sanitario Elettronico regionale. Grazie alla collaborazione con il consorzio Arsenàl.IT, tutti i documenti sono sempre disponibili, in formato digitale, sull’app “Sanità km zero”. Grazie all’applicazione non è più necessario recarsi dal medico per una ricetta: è infatti possibile riceverla direttamente sullo smartphone.

“Sanità km zero” si basa sul Fascicolo Sanitario Elettronico regionale (FSEr), l’insieme dei dati e dei documenti digitali che riguardano la salute, prodotti in occasione di eventi sanitari e sociosanitari presenti e passati. Si parla ad esempio di risultati degli esami, di ricette farmaceutiche e specialistiche. Dati e documenti riguardanti la salute saranno sempre disponibili per attività di prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione. I dati contenuti nel Fascicolo, previo consenso, saranno disponibili a chi prende in cura la persona per il tempo strettamente necessario. Il Fascicolo assicura il rispetto della privacy: i dati saranno protetti secondo la normativa vigente.

Per attivare il Fascicolo è necessario rilasciare il consenso al medico di medicina generale, o al pediatra di libera scelta, o all'ufficio relazioni con il pubblico dell’Ulss o al distretto sanitario. E’ possibile rilasciare il consenso per sé stessi, per i figli minori o per una persona di cui si è rappresentante legale. Chi ha lo Spid (sistema pubblico di identità digitale, n.d.r.) può scaricare l'app “Sanità km zero Ricette” e rilasciare autonomamente il consenso nella sezione dedicata del profilo personale.

Per chi volesse collaborare alla costruzione dell’app, la Regione Veneto informa che è possibile iscriversi al “Club Innovatori Sanità km zero” , per aiutare a disegnare i nuovi servizi sanitari digitali. Chi ha idee per rendere i servizi sanitari vicini, universali e immediati, iscrivendosi al club, avrà inoltre l’opportunità di co-progettare, insieme ai professionisti del settore, nuove proposte nell’ecosistema “Sanità km zero”.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?