Venezia, 2 aprile 2021 - Il Veneto passa in zona arancione. Lo ha annunciato il presidente Luca Zaia, lo conferma il ministero della Salute nel pomeriggio. Il nuovo colore scatterà da martedì 6 aprile, ossia dopo la pausa di Pasqua, durante la quale tutta Italia sarà in zona rossa. “Si passa gradualmente da un colore all'altro - afferma il governatore del Veneto - e la responsabilità si trasferisce ai cittadini. Più si attenua il colore e più la responsabilità torna in mano a ognuno di noi”. L'Rt è a 1,12.

Aggiornamento Il bollettino del 3 aprile

Zona arancione: le nuove regole dal 7 aprile. Cosa si può fare

Nella bozza del monitoraggio settimanale dell'Istituto Superiore di Sanità classifica il Veneto ha un Rt di 1.12 (intervallo di incidenza 1.1-1.15) anche se con una classificazione del rischio alta (con molteplici allerte di resilienza). Le altre aree per le quali è stato approvato un cambio di colore sono Marche e provincia di Trento: anche per loro da martedì scatta la zona arancione. Emilia Romagna e Campania, quindi, restano confermate in zona rossa. 

Le regole della zona arancione

Ecco le regole della zona arancione: per quanto riguarda le scuole, lezioni in presenza fino alla terza media compresa e alle superiori per il 50-75 per cento degli studenti, gli altri in didattica a distanza. Spostamenti, è possibile muoversi liberamente solo all’interno del proprio comune. Riaprono i negozi “non essenziali”, compresi parrucchieri, barbieri ed estetiste. Bar e ristoranti restano aperti solo per asporto e consegne a domicilio. Riaprono i centri sportivi che offrono sport individuali come tennis o golf.

Coronavirus Veneto, il bollettino di oggi

Scendono i nuovi positivi al Covid-19 in Veneto: oggi sono 1.567 in più rispetto a ieri quando erano stati 1.633 (totale 386.038), l’incidenza è pari al 3,92 per cento. Dall’inizio della pandemia sono 3 milioni e 869mila i test rapidi effettuati (+21mila), 4 milioni e 567mila i tamponi molecolari (+19mila).

Calano gli attualmente positivi, oggi sono 37.999 (-619). Aumentano i nuovi decessi: oggi sono 29, mentre ieri erano  stati 28 (totale 10682). Scendono i ricoveri causati dal coronavirus in Veneto, oggi sono 2.230 (-12): 1931 in area non critica (-13), 299 in terapia intensiva (+1).

Sono state 24mila 356 le somministrazioni di vaccini anti-Covid effettuate ieri in Veneto, di cui 17mila 834 erano prime dosi, mentre per 6mila 522 pazienti è stato effettuato il richiamo. Il dato emerge dal report regionale aggiornato alle 23 di ieri. In totale, dall'inizio della campagna vaccinale, sono state somministrate 929mila 766 dosi, pari al 93,6 per cento dei vaccini forniti alla regione. Le prime dosi sono state 670mila 481, che hanno coperto il 13,7 per cento della popolazione, mentre ad aver completato la copertura vaccinale sono stati 259mila 285 cittadini, pari al 5,3 per cento della popolazione. Il 70,9 per cento della fascia d'età oltre gli 80 anni ha ricevuto almeno una dose di vaccino. “Le dosi - ha dichiarato il Presidente della Regione nei giorni scorsi - stanno terminando, rischiamo lo stop alle vaccinazioni”.



Covid, le altre notizie di oggi

Emilia Romagna zona rossa fino a quando: gli ultimi dati

Marche in zona arancione quando: gli scenari

Vaccino Covid: Bonaccini sbotta contro Ue e case farmaceutiche

Covid, record di vaccinazioni (ma mancano le dosi). Pasqua 'rossa': aumentano i controlli

Decreto Draghi e riaperture dopo Pasqua: ecco quando e come

Covid Reggio Emilia, focolaio in carcere: 74 positivi