Ancona, 21 settembre 2020 - Si è votato nelle Marche. Rinviate a marzo causa Covid, le elezioni 2020 sono andate in scena ieri, domenica 20 settembre, e oggi, lunedì 21. Sono stati 1,3 milioni i cittadini delle Marche chiamati alle urne per le Regionali e il referendum costituzionale. Inoltre, in 17 Comuni si vota anche per le Amministrative

L'affluenza delle Regionali sfiora il 60%, 59,74% (alle 23 era al 42,72%, alle 19 era al 32,94% e alle 12 aveva votato il 13,43%, sezioni pervenute 1.576 di 1.576). Questo il dettaglio in percentuali per circoscrizione. Ancona 60,50 (42,96 alle 23, alle 19 il 33,76 e alle 12: 14,00%); Ascoli Piceno 57,59 (41,07 alle 23, alle 19 il 30,12 e alle 12 il 12,32%); Fermo 61,17 (43,05 alle 23, alle 19 il 32,21 e alle 12 il 12,78%); Macerata 56,60 (40,51 alle 23, alle 19 il 31,18 e alle 12 il 12,41%); Pesaro e Urbino 62,27 (45,34 alle 23, alle 19 il 35,61 e alle 12 il 14,62%). 

Alle 15, orario di chiusura dei seggi, ha votato il 59,74% del corpo elettorale, rispetto al 49,78% del 2015, quando la tornata elettorale ha riguardato la sola giornata di domenica 31 maggio. Alle urne si sono recati 783.092 marchigiani: 392.221 maschi (61,54%) e 390.871 femmine (58,04%).  La circoscrizione di Ancona ha fatto registrare un’affluenza del 60,50% (rispetto al 51,54% finale del 2015,). In quella di Ascoli Piceno la percentuale è stata di 57,67 (47,36% nel 2015), in quella di Fermo 61,17% (51,46% nel 2015), in quella di Macerata 56,60% (rispetto al 47,17% del 2015), in quella di Pesaro e Urbino 67,27% (50,55% nel 2015). Queste le percentuali conclusive registrate nei capoluoghi regionale e provinciali: Ancona 59,02%, Ascoli Piceno 59,59%, Fermo 67,74%, Macerata 65,54%, Pesaro 62,98%.

1.310.843 marchigiani eleggono il decimo presidente delle Marche e 30 consiglieri regionali tra i 510 aspiranti delle liste che appoggiano gli otto candidati governatori. La circoscrizione di Ancona eleggerà 9 consiglieri, quella di Pesaro 7, Macerata 6, Fermo 4, Ascoli Piceno 4, secondo quanto previsto dalla legge elettorale delle Marche.

Guida al voto Referendum - Speciale Regionali

Comunali, affluenza  al 62,33 nelle Marche

Sono 17 i Comuni delle Marche che hanno votato per eleggere il nuovo sindaco e rinnovare il Consiglio comunale. Tre hanno più di 15mila abitanti, ecco le affluenze: Macerata 65,35 (49,15 alle 23, alle 19 il 37,76 e alle 12 il 15,22%), Fermo 67,91 (48,89 alle 23, alle 19 il 37,12 e alle 12: 14,71%), Senigallia (Ancona) 65,83 (46,77 alle 23, alle 19 il 36,77 e alle 12: 16,07%). Queste, invece, le percentuali dei Comuni più piccoli divisi per provincia: Ancona: Loreto 61,58 (45,23 alle 23, alle 19 il 34,43 e alle 12: 14,87), Cerreto d’Esi 60,72 (43,70 alle 23, alle 19 il 33,57 e alle 12: 13,34); Ascoli: Appignano del Tronto 73,78 (alle 23 il 56,72, alle 19 il 42,27 e alle 12: 14,92), Cossignano 64,05 (51,91 alle 23, alle 19 il 40,74 e alle 12: 16,94); Fermo: Montefortino 67,96 (52,07 alle 23, alle 19 il 41,02 e alle 12: 14,16), Monteleone di Fermo 75,77 (57,18 alle 23, alle 19 il 46,20 e alle 12: 10,99), Montelparo 73,41 (53,75 alle 23, alle 19 il 37,91 e alle 12: 14,99), Monterubbiano 64,65 (51,55 alle 23, alle 19 il 37,81e alle 12: 15,76), Montottone 69,19 (48,54 alle 23, alle 19 il 35,89 e alle 12: 11,89), Santa Vittoria in Matenano 74,41 (54,27 alle 23, alle 19 il 37,20 e alle 12: 11,87); Macerata: Petriolo 66,77 (51,13 alle 23, alle 19 il 37,21 e alle 12: 11,41), Ussita 83,59 (60,37 alle 23, alle 19 il 53,87 e alle 12: 21,05); Pesaro e Urbino: Isola del Piano 80,57 (62,15alle 23, alle 19 il 46,36 e alle 12: 17), Sant’Angelo in Vado 68,91 (53,34 alle 23, alle 19 il 41,45 e alle 12: 16,51).

Referendum, affluenza nelle Marche al 66,35%

Il dato dell'affluenza definitiva per il referendum nelle Marche è del 66,35% (47,56% alle 23, alle 19 era del 36,65% e alle 12 era del 14,90%). Lo rende noto il Viminale relativamente a 227 Comuni su 227. Ancona , Ascoli Piceno , Fermo , Macerata , Pesaro e Urbino .   Queste le percentuali provinciali: Ancona 66,57 (47,46 alle 23 di domenica, alle 19 il 37,12 e alle 12: 15,35), Ascoli Piceno 63,00 (44,92 alle 23, alle 19 il 32,93 e alle 12: 13,48), Fermo 66,95 (47,16 alle 23, alle 19 il 35,68 e alle 12: 14,00), Macerata 67,41 (48,43 alle 23, alle 19 il 37,17 e alle 12: 14,78), Pesaro e Urbino 66,98 (48,72 alle 23, alle 19 il 38,29 e alle 12: 15,69).

 

Elezioni regionali Marche 2020, candidati 

In tutto i candidati alla presidenza della Regione Marche erano otto. Eccoli con le liste che li sostengono: Francesco Acquaroli - Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia, Unione di Centro, Movimento per le Marche, Civici con Acquaroli; Sabrina Banzato - Vox Italia Marche; Alessandra Contigiani - Riconqistare l’Italia; Anna Rita Iannetti - Movimento 3V; Roberto Mancini - Dipende da Noi; Maurizio Mangialardi - Partito Democratico, Italia Viva-PSI-DemoS-Civici Marche, Rinasci Marche, Le Nostre Marche & il Centro, Lista Mangialardi Presidente, Marche Coraggiose; Gian Mario Mercorelli - Movimento 5 Stelle; Fabio Pasquinelli - Partito Comunista.

 

Scheda elettorale, tutti i fac simile 

Circoscrizione di Ancona

Circoscrizione di Ascoli

Circoscrizione di Fermo

Circoscrizione di Macerata

Circoscrizione di Pesaro e Urbino

Il referendum

Per la validità del referendum costituzionale confermativo relativo alla riduzione del numero dei parlamentari non è previsto dalla legge un quorum di validità; non si richiede, cioè, che alla votazione partecipi la maggioranza degli aventi diritto al voto l'esito referendario è comunque valido indipendentemente dalla percentuale di partecipazione degli elettori.

Sulla scheda c'era una sola domanda e si vota tracciando una croce su una delle due risposte:  o No al quesito. Se vincesse il ‘sì’, i deputati passerebbero dagli attuali 630 a 400 (meno 230) e i senatori da 315 a 200 (meno 115). Se, invece, la spuntasse il ‘no’, resterebbe tutto com’è.

Elezioni comunali 2020, 17 Comuni

Sono 17 i Comuni delle Marche che hanno votato per eleggere il nuovo sindaco e rinnovare il Consiglio comunale. Tre hanno più di 15mila abitanti: Macerata, Fermo e Senigallia. È eletto sindaco al primo turno il candidato che ottiene la maggioranza assoluta dei voti validi (almeno il 50% più uno); qualora nessun candidato raggiunga tale soglia si tornerà a votare domenica 4 e lunedì 5 ottobre per il ballottaggio tra i due candidati più votati.

Non ci sarà nessun ballottaggio, invece, negli altri 14 Comuni al voto, che hanno una popolazione inferiore a 15mila abitanti. Si tratta di Loreto e Cerreto d’Esi (Ancona), Appignano del Tronto e Cossignano (Ascoli), Montefortino, Monteleone di Fermo, Montelparo, Monterubbiano, Montottone e Santa Vittoria in Matenano (Fermo), Petriolo e Ussita (Macerata), Isola del Piano e Sant’Angelo in Vado (Pesaro e Urbino).

Le elezioni regionali delle Marche in diretta