Fano, 9 luglio 2019 - Fuoco e fiamme per la “Fanum Fortunae – la Fano dei Cesari 2019”: ieri sera, al Pincio, l'inaugurazione della manifestazione che durerà tutta la settimana per concludersi domenica sera con la sfilata delle fazioni e la corsa delle bighe.

Commercianti, rappresentanti delle 4 fazioni, Simmachia Ellenon e Colonia Iulia Fanestris, intorno alle 21 di ieri hanno formato un corteo capeggiato dal primo cittadino Massimo Seri vestito da Cesare, dall’assessore al Turismo ed Eventi, Etienn Lucarelli nei panni di un legionario romano e da Anna Maria Montefusco della Pro Loco.

L'accensione del braciere da parte del sindaco Seri

Il gruppo ha attraversato corso Matteotti e via Arco d'Augusto per arrivare nell’area del Pincio. Prima sono state proiettate sull'Arco d’Augusto le immagini di “Vitruvio, un eroe inconsapevole”, realizzato dal regista fanese Henry Secchiaroli, poi le vestali, custodi del fuoco sacro, sono scese dal Bastione Nuti e hanno donato le fiamme al sindaco Massimo Seri  che ha acceso il braciere della Fanum Fortunae. Il primo cittadino e l’assessore al Turismo Etienn Lucarelli, hanno poi distribuito il fuoco a tutte le fazioni, le associazioni organizzatrici e ai rappresentanti del centro e della zona mare, dando il via ufficiale alla manifestazione.

La serata di ieri si è conclusa con lo spettacolo dell’artista del fuoco Toi Ahi.

Fano dei Cesari, la fazione Delfino

La giornata di oggi sarà invece dedicata a Vitruvio con una iniziativa del Centro Studi Vitruviani, in programma alle 21.15, alla Mediateca Montanari. In particolare si parlerà de "Il teatro romano di Fano. Dalla matrice vitruviana alla ricostruzione virtuale". 

Dopo la pausa di domani, mercoledì 10 luglio,  in occasione della festa del patrono della città, giovedì 11 luglio la manifesta entra nel clou con La Fano dei Cesarini. Appuntamento alle 17.45 in piazza XX Settembre con il raduno delle 4 fazioni le quali, intorno alle 18, partiranno incolonnate ciascuna dietro la propria “bighetta” e raggiungeranno la zona del Pincio.

Alle 18.30 l’associazione Simmachia Ellenon condurrà i bambini attraverso gli accampamenti. Lo spettacolo equestre “A cavallo con la Dea Fortuna” a cura di Monica Muccioli, farà da apripista al primo gioco della giornata “Attenti al Minotauro”. I partecipanti dovranno cercare di fuggire dal mitico labirinto e superare il Minotauro. Terminato il primo gioco si passerà a “Le anfore della Fortuna”, staffetta che vedrà i piccoli delle fazioni, cercare di riempire dei recipienti d’acqua, nel minor tempo possibile.

Intorno alle 20, il momento più atteso che vedrà protagonisti anche i genitori nella “La corsa delle Bighette”. Padri e madri avranno il compito di
correre trainando la bighetta con a bordo i propri figli e cercando di tagliare per primi il traguardo. I vincitori, oltre a far trionfare la propria fazione, si porteranno a casa un viaggio messo in palio dall’agenzia Tuquitour di Fano (per partecipare ai giochi è necessario rivolgersi ai propri capi fazione).

Durante la giornata di giovedì sarà anche possibile  visitare i primi accampamenti a cura di Simmachia Ellenon, che sorgeranno nell’area del Pincio e che proporranno svariate attività come mercatini, dimostrazioni storiche, didattiche, ricostruzioni militari, tiro con l’arco, giochi da tavolo e artigiani storici.

Sempre intorno alle 18, nell’area San Michele, sorgerà la ricostruzione di un’antica Domus romana, una Fullonica e il Macellum, realizzati dalla Colonia Iulia Fanestris.

A conclusione della giornata, il momento dei festeggiamenti e dei banchetti. Alle 20 il Thermopolium aprirà i battenti e alle 20.45 sarà possibile partecipare alla “Cena con Apicio”, per tutti i bambini e le famiglie delle fazioni che vorranno passare una serata particolare e divertente. (La cena è aperta a tutti, necessaria la prenotazione al 3288868685).

Il giovedì dei Cesarini terminerà alle 22 con le premiazioni, seguite dallo spettacolo di chiusura a cura dell’accademia dello Spettacolo.