Riorganizzazione interna voluta dai fratelli Diego e Andrea Della Valle (Foto Zeppilli)
Riorganizzazione interna voluta dai fratelli Diego e Andrea Della Valle (Foto Zeppilli)

Sant'Elpidio a Mare (Fermo), 4 ottobre 2018 - C'è un gran fermento alla Tod’s: la famiglia Della Valle crea una nuova holding interna e ristruttura le sue proprietà. Il periodo delle novità è completato dal lancio delle capsule collection frutto del progetto Factory, firmate da designer e autori di ogni ambito creativo, proposte in rapidissima successione e in edizioni limitate (la prima è stata affidata al designer Alessandro Dell’Acqua). Riguardo alla nuova holding lo stesso presidente, Diego Della Valle, aveva annunciato, qualche mese fa: «Entro poco tempo, conto di delegare la gestione ordinaria dell’azienda ai nostri uomini, con mio fratello Andrea a capo della struttura».

Lunedì, nel quartier generale della Tod’s, a Casette d’Ete, è stata costituita la Di.Vi Immobiliare Holding srl (attraverso la scissione della Di.Vi Finanziaria di Diego Della Valle & c) che ha un capitale di 50milioni, è controllata da Diego Della Valle (amministratore unico) e partecipata dal fratello Andrea, dal cugino Fabrizio, dal direttore finanziario della Tod’s, Emilio Macellari, e dalla Diego Della Valle & c. Nella holding saranno trasferite le numerose partecipazioni, tra le quali Corriere della Sera, DDV Partecipazioni, ADV Partecipazioni, ADV Media, Divimedia, società immobiliari. Restano fuori la Interbasic Holding (controlla il marchio di alta moda Schiapparelli), la Fiorentina, partecipazioni e quote di Mediobanca, Safilo, Bialetti, Piaggio, Charme. E’ di pochi giorni fa, la vendita della Italiantouch (della Diego Della Valle & c) alla Tod’s per 25milioni di euro: un passaggio strategico per la società di e-commerce che commercializza online i prodotti dei quattro marchi del Gruppo (Tod’s, Fay, Hogan e Roger Vivier).

ARQUATA_27623687_154519

Nel mezzo di questa intensa attività, (che comprende anche le due settimane della moda a Milano e Parigi), per Mister Tod’s c’è stato il tempo di ricevere l’Oscar della moda sostenibile nell’ambito del Green Carpet Fashion Awards, con cui gli è stata riconosciuta la sensibilità verso il patrimonio artistico italiano, con riferimento al Colosseo. Un riconoscimento che si aggiunge a quelli già ricevuti per la fabbrica Tod’s ad Arquata del Tronto e la scuola a San Severino Marche.