STEFANO MARCHETTI
Cultura e spettacoli

’Ferrara sotto le stelle’, un festival tra Castello, Argenta e il Comunale

La storica rassegna emiliana torna per la sua ventottesima edizione: al via dal 3 giugno fino al 3 ottobre. Tra i protagonisti Blonde Redhead, Dry Cleaning, The Murder Capital e PFM canta De André Anniversary

La presentazione del festival ieri nella Sala dell'Arengo in municipio a Ferrara

La presentazione del festival ieri nella Sala dell'Arengo in municipio a Ferrara

Ferrara, 29 maggio 2024 – Che sia uno dei festival più longevi e più amati in Italia, un palcoscenico dalla vocazione internazionale, sempre aperto alla musica indipendente, alla ricerca e alla scoperta, lo sappiamo bene.

Ma quest’anno, per la sua 28ª edizione, “Ferrara sotto le stelle” sarà anche – letteralmente – una delizia. Per la prima volta, infatti, due dei concerti della rassegna usciranno dalle mura della città per incastonarsi in un’altra cornice estense, la splendida Delizia di Benvignante di Argenta “che, dopo i restauri, riaprirà proprio con questo evento”, annuncia il sindaco Andrea Baldini.

“Alla promozione e valorizzazione della musica dal vivo, ci piace abbinare anche il coinvolgimento di tutta la rete associativa”, spiega Francesca Audino, presidente dell’Arci Ferrara che collabora al festival sostenuto dalla Regione, dalla Provincia e dai Comuni di Ferrara e Argenta. “La questione della territorialità per noi è fondamentale – aggiunge Mattia Antico, presidente dell’associazione ‘Ferrara sotto le stelle’ –. Le stesse persone che qualche anno fa erano sotto al palco del festival ora sono protagoniste nel mantenerlo vivo”. 

Il programma

Nel programma si abbracciano i mondi sonori più vari, sempre con scelte mai scontate o banali. “Cerchiamo di ‘leggere’ la contemporaneità della musica e di coglierne le espressioni più interessanti, con un occhio alla sostenibilità economica”, sottolinea il direttore artistico Corrado Nuccini, chitarrista e compositore, fondatore dei Giardini di Mirò. La musica cambia e anche il festival si è evoluto dalla prima edizione del 1996: a inaugurarlo, allora, fu un concerto di Bob Dylan.

La prima parte del cartellone di quest’anno si dipanerà da lunedì 3 a sabato 8 giugno, nel cortile del Castello Estense. Per la prima serata (che si avvicina già al tutto esaurito) saranno alla ribalta i Blonde Redhead, trio indie rock newyorkese, preceduti dall’opening act di Any Other, ispirata artista italiana.

Arrivano da South London i Dry Cleaning che saranno a Ferrara martedì 4 per l’unica data italiana, con il loro mix di post punk e spoken word. Mercoledì 5 ecco la voce quasi esoterica, arcaica e futuribile insieme, di Daniela Pes, targa Tenco per il suo album d’esordio “Spira”, una cantautrice che – come hanno rivelato durante la presentazione alla stampa – è tra le artiste predilette sia di Marco Gulinelli, assessore comunale alla cultura, che di Mauro Felicori, suo omologo in Regione: “Il suo linguaggio quasi antropologico tocca le corde dell’interiorità”.

Tutta italiana anche la serata di venerdì 7 con Dente (che festeggerà i 15 anni de “L’amore non è bello”) e il sound potente di Ibisco. Poi di nuovo in viaggio per l’Europa con il post punk degli irlandesi The Murder Capital, che sabato 8 saranno a Ferrara per l’unico live estivo in Italia (apriranno poi i concerti del tour dei Pearl Jam e anche quello di Nick Cave in ottobre a Milano): a introdurli sul palco saranno i Leatherette. Al termine, il dj set di Giungla al circolo Arci Bolognesi. Lunedì 8 e martedì 9 luglio poi il festival si trasferirà nel verde del parco della Delizia del Benvignante: la prima sera con il blues di Fantastic Negrito, cantautore e chitarrista vincitore di tre Grammy, poi l’iconica Pfm nel concerto che rievoca il mitico tour (e l’ album) che 45 anni fa fece abbracciare il progressive rock e la poesia di Fabrizio De André. L’ultima tappa del festival sarà il 3 ottobre al teatro Comunale con l’alien pop music degli Einstürzende Neubauten, band tedesca decisamente cult. Info, www.ferrarasottolestelle.it.