Simone e Francesco Colombarini
Simone e Francesco Colombarini

Ferrara, 20 giugno 2021 - Tra voci incontrollate e indiscrezioni, sull’asse Ferrara-New York sono giorni frenetici. Dopo aver studiato con attenzione le carte, da qualche giorno Joe Tacopina ha formulato la propria offerta per acquisire il 100% della Spal. L’entourage dell’avvocato italo-americano precisa di non avere ancora ricevuto alcuna comunicazione dalla società di via Copparo, che invece alcune fonti riferiscono non essere soddisfatta della proposta arrivata dagli Stati Uniti.

Joe Tacopina qui all’epoca del Bologna
È presto per dire se si tratti di fisiologiche schermaglie nell’ambito di una trattativa così complessa oppure no. Di sicuro, il club biancazzurro ha finalmente deciso di rompere il silenzio tornando a parlare martedì prossimo in conferenza stampa allo stadio Mazza. In quella sede toccherà al patron Simone Colombarini e al presidente Walter Mattioli fare chiarezza su una situazione di estrema incertezza, che si presta a mille interpretazioni. Lo chiedono a gran voce i tifosi, a partire dal gruppo Curva Ovest Ferrara che ieri ha diffuso una nota quasi in contemporanea con quella del club: "Stavamo attendendo in mattinata un comunicato da parte della società che annunciasse la conferenza stampa di martedì prossimo durante la quale si presenterà il nuovo allenatore e si illustrerà la programmazione della prossima stagione sportiva – si legge sulla pagina Facebook ufficiale del movimento –. Ma visto che inspiegabilmente ci si continua a trincerare dietro ad un imbarazzante silenzio ci pensiamo noi ad annunciare questa cosa attraverso la nostra pagina. Noi continuiamo a crederci e siamo pronti a dare tutto il nostro appoggio, ma da parte della società deve giungere la stessa volontà, di cui al momento non v’è alcuna traccia".
Come detto invece il comunicato della Spal è arrivato, e martedì prossimo i diretti interessati faranno luce sul presente e soprattutto sul futuro del club biancazzurro.

È possibile che Colombarini e Mattioli sciolgano le riserve e annuncino l’intenzione di proseguire il percorso cominciato brillantemente otto anni fa. Quantomeno per consentire al direttore sportivo Zamuner di ufficializzare il nome dell’allenatore e sbloccare le prime operazioni di mercato.
Sarebbe un segnale importante, che permetterebbe alla squadra di presentarsi ai nastri di partenza del prossimo campionato di serie B con le carte in regola per centrare almeno l’obiettivo di conservare la categoria.


Detto questo, a prescindere dal fatto che la prima offerta di Tacopina possa venire rispedita al mittente, è assolutamente prematuro considerare conclusa con un nulla di fatto l’operazione con l’avvocato di New York. Anzi, risulta che la trattativa sia ancora in corso e Tacopina continui ad attendere con fiducia la fumata bianca (a questo punto, senza dubbio non imminente). Un rebus in piena regola, anzi una telenovela con un finale ancora tutto da scrivere.