Da sinistra il presidente Spagnoli, il tecnico Alessio Dionisi e il diesse Ghinassi
Da sinistra il presidente Spagnoli, il tecnico Alessio Dionisi e il diesse Ghinassi

Imola, 15 giugno 2018 – Un allenatore giovane per portare in alto l’Imolese. Questo è Alessio Dionisi, presentato oggi ufficialmente nella sala stampa del Centro Tecnico Bacchilega. La società rossoblù si è mossa con grande anticipo per assicurarsi le idee di uno dei tecnici emergenti più interessanti del panorama calcistico italiano. Ha 38 anni come il presidente Lorenzo Spagnoli. Dopo aver giocato Voghera, Tritium, Ivrea, Varese, Olginatese e San Bonifacese, si è ritirato nel 2015.

Ha cominciato ad allenare nell’Olginatese, poi Borgosesia e Fiorenzuola nell’ultimo campionato. Sulle nostre colonne il suo nome è apparso il 10 aprile, quando hanno cominciato a circolare le prime indiscrezioni su un suo possibile arrivo in rossoblù: “Sono felice di presentarmi – spiega il tecnico – e felice di essere qua. L’anno scorso mi avevano contattato ma doveva andare cosi. La società è ambiziosa e io lo sono altrettanto. Sono qui per mettermi in discussione. L’Imolese ha fatto un ottimo campionato, il Fiorenzuola ha fatto altrettanto”.
Dionisi arriva in un club ambizioso: “Lo vivo bene questo mio percorso, sono partita dall’Olginatese e facendo dei passi sono arrivato qui. Quello che ho fatto nell’ultimo anno voglio farlo anche qua migliorandolo”.
Per la prima volta Dionisi sarà senza il direttore sportivo Di Battista: “Siamo giovani, dobbiamo metterci in difficoltà in un posto nuovo. Nell’ultima annata abbiamo avuto qualche infortunio, sono cambiati gli altri avversari. Il girone d’andata è stato un campionato diverso, nessuno ci rispettava, nel ritorno tutti quanti hanno cominciato a temerci e questo ci ha limitato”.

Dionisi è il prototipo di allenatore ricercato dall’Imolese. Il modulo preferito è il 4-3-3: “Spero di dimostrare di essere il prototipo adatto per questa squadra. La partenza sono i giocatori, la base sarà la squadra dell’anno scorso. Una parte rimarrà, da li si vedrà. Ho fatto il 4-3-3, non l’ho sposato, ora ho deciso di sposare l’Imolese”.
C’è incertezza sulla categoria in cui si giocherà: “Io sono qua per allenare la squadra in serie D, il resto non compete a me. Sono qua per fare il massimo, non mi aspetto altro”. Nella squadra della prossima stagione è stato confermato Marco Tattini, non ci sarà l’Imolese doc Raffaele Franchini. Dopo una sola annata si chiude così la sua esperienza rossoblù. Parte Mario Titone. Rimarrà il portiere Gian Maria Rossi. Verranno confermati una decina di giocatori dell’ultimo anno.