Macerata Opera Festival, lo Sferiserio pre Covid (Foto Calavita)
Macerata Opera Festival, lo Sferiserio pre Covid (Foto Calavita)

Macerata, 16 luglio 2020 - Il tema #biancocoraggio scelto lo scorso anno per la stagione lirica 2020 del Macerata Opera Festival, si è rivelato quanto mai profetico alla luce di tutto quello che è avvenuto negli ultimi cinque mesi. Perché c'è voluto tanto coraggio e altrettanta determinazione nel decidere di voler puntare ugualmente sulla stagione lirica che, seppur con un programmazione stravolta e con una capienza ridotta allo Sferisterio, si appresta a partire con un tutto esaurito. Restano ancora meno di 20 biglietti, infatti, per la prima serata del Macerata Opera Festival che si aprirà sabato 18 luglio, alle 21, con il «Don Giovanni» di Mozart, per la regia di Davide Livermore e circa 500 biglietti per le altre cinque repliche, in programma il 24, 26 e 31 luglio, 2 e 8 agosto.

Aggiornamento Mascherine e distanze, l’anteprima fila liscia

Nel ruolo del protagonista ci sarà Mattia Olivieri, Leporello sarà Tommaso Barea, Donna Anna Karen Gardeazabal, mentre Donna Elvira e Don Ottavio saranno rispettivamente Valentina Mastrangelo e Giovanni Sala, i due giovani cantanti «adottati» artisticamente dal festival maceratese e presenti in ogni edizione del triennio, che debutteranno i rispettivi personaggi. Il cartellone più 'strettamente lirico' sarà completato da due serate (il 25 luglio e il 1° agosto) con 'Il Trovatore' di Giuseppe Verdi proposto in forma di concerto, sotto la direzione del maestro Vincenzo Milletarì, giovanissimo talento, perfezionatosi con Riccardo Muti e Fabio Luisi. Protagonisti vocali alcuni fra i più interessanti interpreti del panorama internazionale: Luciano Ganci (Manrico), Roberta Mantegna (Leonora), Sonia Ganassi (Azucena), Massimo Cavalletti (Il conte di Luna), Davide Giangregorio (Ferrando) e Fiammetta Tofoni (Ines).

Accanto all'opera, però, tornano anche gli appuntamenti con 'Palco reverse' per vivere e conoscere lo Sferisterio da un nuovo punto di vista con artisti e pubblico, posizionati insieme sul palcoscenico e con i palchi e il cielo a fare da scenografia. Ad aprire la trilogia che svilupperà il tema della stagione #biancocoraggio sarà l’autore e interprete Massimiliano Finazzer Flory (mercoledì 22 luglio), seguiranno la regista e attrice Laura Morante (mercoledì 29 luglio) e la scrittrice e drammaturga Michela Murgia (mercoledì 5 agosto).

Ma Sferisterio è anche tanta buona musica italiana con i concerti crossover che si apriranno domenica, alle 21, con Enrico Melozzi che, dopo aver conquistato Macerata lo scorso anno con i 100 Cellos, torna con le sua Orchestra Clandestina e un ospite d’eccezione come il rapper Anastasio. Martedì 4 agosto Gino Paoli e Danilo Rea saranno protagonisti di una serata a base di voce e pianoforte, che vedrà duettare insieme uno fra i più grandi interpreti della canzone d’autore italiana e uno fra i più lirici e creativi pianisti di oggi, mentre il 7 agosto spazio alla musica celtica con il Montelago Celtic Festival. A chiudere la stagione, il 9 agosto, in collaborazione con Musicultura Festival, arriva Simone Cristicchi, cantautore, scrittore, attore, presentatore radiofonico, il cui spirito eclettico è caratterizzato da una raffinata ironia capace di cogliere i dettagli più piccoli di ogni storia e trasformarli in un racconto lirico.