GIORGIO GIANNACCINI
Cronaca

Il totogiunta a Potenza Picena. Casciotti pronto a defilarsi,. Castagna in pole come vice

L’imprenditore edile e presidente della pro loco è stato il re delle preferenze (330). Tra i papabili per un posto da assessore ci sono Mei, Strovegli, Fermani e Palmiero.

Il totogiunta a Potenza Picena. Casciotti pronto a defilarsi,. Castagna in pole come vice

Il totogiunta a Potenza Picena. Casciotti pronto a defilarsi,. Castagna in pole come vice

Ci sarà oggi, a mezzogiorno, la proclamazione ufficiale del sindaco Noemi Tartabini, al secondo mandato da primo cittadino di Potenza Picena. Intanto, uno dei primi pensieri della Tartabini sarà quello di allestire la nuova giunta comunale. Stando alle preferenze ottenute, appare in pole position per il posto da vicesindaco Giuseppe Castagna (330), imprenditore edile e presidente della Pro loco di Potenza Picena. Da indiscrezioni, il vice uscente Giulio Casciotti quasi sicuramente non darà la propria disponibilità per ricoprire alcun incarico da assessore. Altro profilo papabile per vestire i panni da assessore è quello dell’avvocato Catia Mei (ex consigliere con la prima giunta Tartabini), che con 306 preferenze è stata la quota rosa più votata del centrodestra. Si profila un destino simile per Margherita Fermani – titolare di uno studio medico – che ha raccolto 223 preferenze. In giunta potrebbero entrare anche il commercialista Luca Strovegli (171 preferenze), con un passato prima da assessore al bilancio e poi da capogruppo di maggioranza. Tra i papabili assessori, c’è il maresciallo dei carabinieri Salvatore Palmiero, che ha collezionato 239 preferenze. Da capire infine il destino di Mirco Braconi, 171 preferenze e presidente uscente del consiglio comunale: chissà se sarà confermato in questo ruolo o se sarà designato per un posto da assessore. Per il momento, la Tartabini non si sbilancia: "Stamani inizierò a sentire le disponibilità degli eletti in Consiglio. Sarà primaria la logica del numero di preferenze, ma oltre a ciò terrò conto della disponibilità di tempo che ognuno metterà sul piatto e la compatibilità nel ricoprire il ruolo. Però adesso è presto per fare nomi, devo sondare il terreno. La mia intenzione è svolgere tale passaggio tra giovedì e venerdì".