Carpi in attacco, ma non basta (foto Lapresse)
Carpi in attacco, ma non basta (foto Lapresse)

Carpi (Modena), 1 maggio 2019 – Fine del sogno. Il Carpi si butta via negli ultimi minuti di una sfida che aveva in pugno, nonostante i risultati giunti dagli altri campi non regalassero buone notizie. La squadra di Castori sparisce completamente dal campo dopo il vantaggio e dice probabilmente addio alle ultime speranze di playout.

Succede poco o nulla in una prima frazione dove la tensione la fa da padrona. I biancorossi entrano in campo con la giusta mentalità, concentrati, accorti e con il 4-4-1-1 vittorioso a Salerno. Ma a differenza di quanto successo in Campania, Cissè e compagni non riescono a sbloccarla e non ci vanno nemmeno vicini. Gli unici due tiri portano la firma di Crociata e Marsura, rispettivamente al 24' e al 30', entrambi troppo deboli e centrali.

Al 40' Cissè lotta con Terranova, va in uno contro con Claiton ma si fa stoppare la conclusione sul più bello. I grigiorossi di Rastelli non si rendono mai pericolosi, il primo tempo si chiude a reti inviolate. La ripresa inizia con una doppia occasione per la Cremonese, confezionato nel giro di due corner consecutivi. Prima Claiton tocca di punti sul primo palo, Piscitelli chiude l'angolo di tiro.

Poi ci pensa Strizzolo a colpire di testa, chiude ancora il portiere biancorosso. Al 50' ghiotta occasione, casuale, per il Carpi con la traversa colpita da Rolando diretta da un tentativo di traversone dalla destra. La partita si è infiammata e al 53' anche la squadra di Rastelli colpisce il palo con un tiro da fuori di Mogos. I tempi sono maturi per un gol.

Due minuti più tardi contropiede perfetto orchestrato da Marsura, palla dentro per Cissè che protegge e calcia da fuori, Agazzi respinge sui piedi di Rolando che puà insaccare a porta vuota: è 1-0. Rastelli cambia, dentro Piccolo a dare manovre e fantasia.

Castori perde Pasciuti per un infortunio al ginocchio che non sembra di poca entità. Ma il tecnico biancorosso decide di stravolgere la squadra, inserendo Suagher, passando alla difesa a 5 non costruendo praticamente più alcuna sortita offensiva. All'82' Piccolo mette giù il pallone e calcia da fuori area, la sfera finsice in rete alla sinistra di Piscitelli e la Cremonese trova il pari. Il Carpi non c'è e i grigi ci credono davvero.

All'87' Montalto raccoglie una palla vagante in area e la scaglia verso la porta trovando una deviazione decisiva e insaccando: esplodono gli oltre 700 tifosi giunti da Cremona. Il Livorno vince a Verona, il Foggia supera la Salernitana in casa. I playout distano 5 punti a due giornate dal termine, ora servirebbe davvero più di un miracolo, ma per la retrocessione manca solo l'aritmetica

 

Tabellino

Carpi-Cremonese 1-2

Reti: 56' Rolando, 82' Piccolo, 87' Montalto

Carpi (4-4-1-1): Piscitelli, Pachonik, Sabbione, Poli, Pezzi; Rolando, Coulibaly, Pasciuti (70' Suagher), Marsura; Crociata (83' Concas); Cissè (86' Arrighini). A disp.: Serraiocco, Buongiorno, Piscitella, Vitale, Romairone, Mustacchio, Saric, Wilmots, Kresic. All.: Castori

Cremonese (3-5-2): Agazzi; Terranova, Claiton, Caracciolo; Mogos, Emmers (61' Piccolo), Castagnetti, Arini, Migliore (75' Strefezza); Strizzolo, Carretta (67' Montalto). A disp.: Ravaglia, Volpe, Rondanini, Soddimo, Del Fabro, Renzetti, Boultam, Mbaye. All.: Rastelli

Note: totale biglietti venduti 2.260 per un totale di € 19.851,90 €. Numero abbonati 903 quota di € 6.585,02

Carpi-Cremonese: rivivi il match - Serie B, risultati e classifica in tempo reale