Modena, via Canaletto: i grandi marchi puntano sulla periferia (FotoFiocchi)
Modena, via Canaletto: i grandi marchi puntano sulla periferia (FotoFiocchi)

Modena, 6 dicembre 2018 - Non solo Esselunga. Nell’area a nord della ferrovia che si sviluppa intorno a via Canaletto, la lista degli interventi in programma è pressoché infinita (ne parliamo più ampiamente sotto). Ieri abbiamo parlato dell’accordo sottoscritto tra Comune ed Esselunga per il nuovo supermercato da 2.500 metri quadri (atteso quasi vent’anni) nel terreno dismesso dell’ex Consorzio Agrario. L’intesa - che prevede anche un parcheggio pubblico da 180 posti auto e 1,8 milioni di euro per il restyling del quartiere – è approdata martedì sera in commissione consiliare e presto andrà in Consiglio comunale. Ma ci sono altri colossi pronti a investire nella zona, convinti dal rilancio reso possibile dal Piano Periferie.

LEGGI ANCHE Esselunga, accordo fatto: ok al market in via Canaletto

Uno di questi è Trony: la catena specializzata in prodotti tecnologici, infatti, è intenzionata a insediarsi nell’edificio dell’ex Borsa Merci, abbandonato da anni e rifugio frequente di balordi e tossici. Il 30 novembre scorso è stata presentata la documentazione allo Sportello delle attività produttive sulla base del bando comunale sul Commercio. L’immobile di proprietà di Bper Banca, all’angolo tra via Canaletto e via del Mercato, verrà così riqualificato diventando una struttura di vendita.

La documentazione dovrà essere ora valutata in Conferenza dei servizi con tutti i soggetti ed enti incaricati di esprimere un parere. Se non ci saranno intoppi burocratici, la relativa delibera con il permesso di costruire in deroga arriverà in Consiglio comunale in primavera, con l’inaugurazione del punto vendita forse già entro fine 2019. Tra i temi oggetto di valutazione ci sarà quello della viabilità e di quanto Trony impatterà sul traffico nella zona.

L’apertura del big dell’elettronica si inserisce, come detto sopra, nell’area interessata dagli interventi previsti con il Progetto Periferie, che prevede investimenti per oltre sei milioni di euro proprio nella riqualificazione delle strade con lavori che riguarderanno anche via Canaletto e via del Mercato. In programma, per esempio, c’è una nuova rotonda al posto dell’attuale incrocio: l’opera avrà un diametro di 30 metri e sarà già predisposta per il collegamento con la zona dell’ex Consorzio agrario dove sorgerà Esselunga.

Sempre in tema di viabilità, entro Natale sarà attiva la rotatoria tra via Fanti e via Pico della Mirandola, di fronte a Porta Nord, poi nelle settimane successive verranno ultimati gli ultimi interventi sul piazzale con l’installazione di arredi, porta biciclette e le nuove telecamere per la videosorveglianza. Intanto si sta completando la documentazione per l’avvio della gara del secondo stralcio della mobilità che riguarderà l’area delle vie Canaletto, Finzi, Gerosa, del Mercato e Toniolo. Il bando, come tutti quelli del comparto affidato alla società di trasformazione urbana Cambiamo, è previsto per i primi mesi del 2019.