La Lube è passata con un secco 3-1
La Lube è passata con un secco 3-1

Modena, 27 gennaio 2018 - La sfortuna, prima di tutto. Ma anche la ricomparsa di quei fantasmi che al cospetto della Lube erano costati gli obiettivi importanti della scorsa stagione. Infine il rischio che Stoytchev non ha voluto correre, tenendo in panchina Van Garderen. Questi gli ingredienti di una sconfitta che fino all’1-0 16-14 se non impossibile sembrava quantomeno improbabile.

L’Azimut era partita col piglio giusto con Bruno e Argenta su tutti e con una Lube capace di sbagliare 18 palloni in due set. Poi l’uscita di campo del veronese, l’ingresso di un Sabbi completamente fuori forma e la luce che, pian piano, si spegne. L’Azimut stravince il primo set, grazie anche a una Lube che sul 21-12 ha già accumulato 9 errori.

Nel secondo, il muro di Ngapeth sulla pipe di Juantorena vale il 5-2 poi su un salto a muro Argenta si infortuna alla caviglia destra: con Modena avanti 16-15 entra Sabbi. Lì cambia il match. L’ace di Mazzone l’effimero 19-16. Sokolov rimonta, sorpassa 22-20 con l’ace poi il nastro bacia Christenson consentendogli l’ace del 26-24.

Quando Urnaut nel terzo si stampa due volte contro il muro piazzato dei marchigiani Civitanova prende il largo e Juantorena chiude col rigore del 25-21. Nel quarto Sokolov martella come un fabbro e chiude facile.

Il tabellino:

CUCINE LUBE CIVITANOVA 3
AZIMUT MODENA 1

(17-25 26-24 25-21 25-21)

Civitanova: Sokolov 24, Christenson 2, Juantorena 13, Kovar 2, Stankovic 2, Cester 6, Grebennikov (L), Zhukouski, Sander 8, Candellaro 10, Milan ne, Casadei ne, Marchisio ne. All. Medei.
Modena: Argenta 9, Bruno, Ngapeth 18, Urnaut 10, Holt 13, Mazzone 8, Rossini (L), Sabbi 2, Franciskovic, Pinali, Tosi (L2), Van Garderen ne, Bossi ne.

Arbitri: Puecher e La Micela.
Note: spettatori 4890. Durata set: 24’, 32’, 29’, 27’. Tot: 1h52. Civitanova: ace 7, bs 20, muri 8. Modena: ace 4, bs 15, muri 7.