Valentino insieme allo staff dello scudiero (Instagram)
Valentino insieme allo staff dello scudiero (Instagram)

Pesaro, 16 febbraio 2019 – Un compleanno al bacio. Come quello che la sua fidanzata (foto) ha usato per fare gli auguri al suo campione. La prima fotografia del quarantenne Valentino Rossi porta la firma di Francesca Sofia Novello, sempre al suo fianco durante la festa di compleanno organizzata dal Dottore. Una serata tra ostriche, champagne e poi la nottata in discoteca, vissuta in compagnia degli amici di sempre. Con i ragazzi di Tavullia, il team della VR46 al gran completo e l’immancabile Cesare Cremoninii. In tutto circa 90 invitati, tra loro non c’era l’amico fraterno Jovanotti, assenti anche i genitori del Dottore. Una serata blindata. Con il ristorante Lo Scudiero, chiuso al pubblico per tutta la serata e con gli organizzatori che hanno lasciato trapelare poco o niente del super party organizzato. Esattamente come aveva chiesto Valentino. Fuori dal locale diversi tifosi armati di magliette e block notes, in attesa di un autografo o di un semplicemente saluto del campione. Ma di Rossi nemmeno una traccia, «è arrivato verso le 10 – ci hanno confidato – ha preferito passare da un’entrata secondaria».

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Tanti Auguri AMORE MIO♥️ #Vale40 @valeyellow46

Un post condiviso da Francesca Sofia Novello (@francescasofianovello) in data:

LEGGI ANCHE Il Dottore e Francesca sposi nel 2019? "Più probabile del titolo"

Abito scuro con paillettes argentate per Francesca Sofia, che su Instagram lancia il suo messaggio d’auguri ‘Tanti auguri amore mio’. Maglietta nera e cappellino degli Yankees, per il pilota di Tavullia, che si è concesso qualche scatto durante l’aperitivo di benvenuto. Foto dalle quali trapelano indizi sulla scelta del menù. Una tavolata di ostriche accompagnate da del buon vino, prima di spostarsi al piano terra per la cena sfiziosa a base di pesce. Tra le portate tonno, mazzancolle, parmigiana e coda di rospo, accompagnato da Champagne Bollinger e Dom Pérignon. Decine di palloncini gialloblù e tanta musica hanno animato la cena fino al taglio della torta. Anzi delle torte, perché per festeggiare questi doppi 20 anni ne servivano ben due. Una più classica, preparata dal maestro di pasticceria Gino Fabbri. L’altra spettacolare, con la riproduzione in scala del Ranch di Tavullia. Non poteva mancare lo scarto dei regali. «I classici pensieri che si ricevono – raccontano – per la maggior parte vestiti».

2009 - ASSEN

Finita la cena nel ristorante del centro, la festa si è spostata in Romagna. Al Peter Pan di Misano dove Rossi e si suoi ospiti sono arrivati verso le due. Ad attenderli il tavolo nel privé del locale, mentre l’amico del pilota Dj Ralf intratteneva la platea. Un dopo cena altrettanto blindato, proprio come richiesto da Rossi. Gli ospiti sono arrivati verso le due e sono stati fatti entrare da un ingresso secondario, al riparo da occhi e flash indiscreti. Sì, perché anche nel privé, a quanto pare, è stato chiesto di limitare al massimo l’uso dei telefonini e di evitare foto della serata. Una volta entrati, Rossi e i suoi amici sono stati accompagnati al piano superiore della discoteca, nel privé che si affaccia sulla pista del locale.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

We can be forty, just for one day! 🎶 Tanti auguri fratello @valeyellow46 🎉❤️🎉 #Vale40 #fotostupenda

Un post condiviso da cesarecremonini (@cesarecremonini) in data:

«Fateci entrare, vogliamo offrire un drink a Vale». In tanti ci hanno provato, ma nessuno ci è riuscito. Perché il personale ha fatto in modo che nessuno, o quasi, fotografasse Valentino e i suoi ospiti. Un regalo particolare, quello del Dj Ralf, che ha suonato una canzone di Cremonini dedicandola al pilota, con l’intero Peter Pan in estasi. Qualche saluto al pubblico, ma senza mai uscire dal privè. A presidiare l’accesso c’erano anche alcuni bodyguard, l’entrata era consentita solo se si possedeva il braccialetto riservato agli invitati. Un compleanno coi fiocchi andato avanti fino alle 5 del mattino. Una serata da incorniciare, proprio come questi primi quarant’anni.

2009 - ASSEN