di Elisabetta Rossi Torna la pioggia. E tornano le inflitrazioni nel ponte di via La Marca. A distanza di poche settimane dalla riapertura, è la seconda volta che con il maltempo sulle spalle del cavalcavia compaiono cascatelle di acqua piovana. I residenti della zona guardano di nuovo con preoccupazione quelle infiltrazioni. C’è chi le immortala in uno scatto e torna a denunciare il fatto al nostro giornale. L’assessore alle Nuove opere Enzo Belloni, ieri...

di Elisabetta Rossi

Torna la pioggia. E tornano le inflitrazioni nel ponte di via La Marca. A distanza di poche settimane dalla riapertura, è la seconda volta che con il maltempo sulle spalle del cavalcavia compaiono cascatelle di acqua piovana. I residenti della zona guardano di nuovo con preoccupazione quelle infiltrazioni. C’è chi le immortala in uno scatto e torna a denunciare il fatto al nostro giornale. L’assessore alle Nuove opere Enzo Belloni, ieri pomeriggio è arrivato sul posto, insieme all’ingegnere del Comune Mauro Santinelli, per vedere con i propri occhi quei segni lasciati dall’acquazzone. Ma soprattutto per tranquillizzare i cittadini che "il ponte è in salute e non c’è niente da temere". Spiega che il motivo di quelle infiltrazioni sono "la mancanza dei giunti sull’asfalto tra le travi e le spalle" e aggiunge inoltre che entro questa settimana, tempo permettendo, "contiamo di riaprire anche il tratto di via La Marca sotto il ponte, di riposizionare i semafori e tinteggiare".

Tornando alle infiltrazioni, mancano quindi questi giunti da sistemare nei solchi trasversali visibili sul manto stradale di circa 5 centimetri di larghezza. Servono a mantenere elastica la struttura e a impedire deformazioni e fratture che possono essere provocate dai normali movimenti di assestamento.

"L’acqua entra da quei solchi – interviene Santinelli – quando li avremo chiusi non ci saranno più infiltrazioni. E’ un lavoro che richiede un paio di giorni. Si tratterà di fresare prima l’asfalto, poi si posizioneranno i giunti che al loro interno hanno una scossalina che raccoglie la pioggia e la incanala nelle condotte collegate alle bocche di uscita che si trovano ai lati del ponte". "Non c’è alcun problema strutturale – assicura Belloni – ultimati i lavori, non passerà più acqua. L’impremeabilizzazione sulle travi è stata fatta a regola d’arte. E abbiamo usato un asfalto drenante per la strada".

il posizionamento dei giunti avverrà molto probabilmente, "i primi di settembre – continua l’assessore – quando il traffico estivo sarà meno intenso e si potrà chiudere il ponte per due giorni senza creare troppi disagi". Intanto, "entro questa settimana – aggiungono Belloni e Santinelli – puntiamo a riaprire questo tratto di via La Marca. Mancano solo pochi dettagli e il traffico tornerà a scorrere anche sotto il cavalcavia".