Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
24 giu 2022

Ballottaggio Parma e Piacenza, il Pd sogna: "Possiamo riprenderci le città"

Si sceglie il sindaco. Il segretario regionale Tosiani: "Abbiamo già vinto in 11 comuni su 19"

24 giu 2022
valerio baroncini, inviato
Politica
featured image
Elezioni comunali: la geografia politica regionale
featured image
Elezioni comunali: la geografia politica regionale

Parma, 24 giugno 2022 - La notte della rugiada, che a Parma è una religione, ha il sapore della festa anticipata. Lo sa bene Michele Guerra, il candidato sindaco del centrosinistra, che potrebbe riportare al governo della città una coalizione relegata all’opposizione dal 1998. Nessuna certezza, ma l’ex sindaco Pietro Vignali (sostenuto da Lega e Forza Italia) parte con venti punti di distacco e la consolazione che nelle ore della tortellata di San Giovanni (nella notte della rugiada, appunto, si mangiano nei cortili i tortelli affogati nel burro e asciugati nel parmigiano, parola di cultori) potrebbe ridurre la forbice grazie alle proposte su caro bollette ed emisssioni. Parma, anche se in maniera minore rispetto a Verona (lì il candidato civico sostenuto dal Pd, l’ex calciatore Damiano Tommasi, potrebbe fare lo sgabetto a Federico Sboarina e a un centrodestra diviso), è una partita nazionale in questa tornata di ballottaggi che domani faranno da ultimo antipasto alle Politiche 2023. E insieme con Piacenza potrebbe regalare due scenari fino a pochi mesi fa ritenuti insperati: una vittoria delle grandi città al Pd nazionale e un clamoroso 4 su 4 nelle città da ballottaggio in Emilia-Romagna. Cinque anni fa, il Pd non governava in nessuna di queste. Leggi anche Ballottaggio Verona, la sfida è nazionale. È il centrodestra a rischiare di più Il segretario regionale dei democratici Luigi Tosiani, dopo il successo di Matteo Lepore a Bologna, punta al poker: "Il primo turno è stato già estremamente positivo, dei 4 comuni al voto sopra i 15mila abitanti, ne abbiamo vinti due, Riccione e Budrio. In tutti e quattro eravamo all’opposizione. Il centrosinistra oggi governa in 11 comuni su 19, prima eravamo a quota 5 – ragiona l’ex capo del Pd di Bologna –. Siamo anche in vantaggio nei due ballottaggi, domani la nostra rosa potrebbe ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?